TLC. Tariffe telefoniche e servizio 12, Savarese (Agcom): "Scenderanno"

Tra il 2006 e il 2008 le tariffe per le chiamate da fisso a mobile e da mobile a mobile scenderanno in “maniera sostanziale”.

Lo ha annunciato il commissario dell'Autorità per le Comunicazioni, Enzo Savarese che ha illustrato i contenuti dell'analisi del mercato n.16 con cui si rende definitiva la delibera provvisoria sulla tariffa di terminazione approvata l'anno scorso.”Abbiamo previsto – ha spiegato Savarese a margine del convegno organizzato dall'Unione Nazionale Consumatori nell'ambito di Consumers Week – una curva tra il 2006 e il 2008 con cui la tariffa di terminazione per Tim e Vodafone scenderà da 12,6 a 8,9 centesimi e quella di Wind da 14,35 a 9,5 centesimi. La misura, che entrerà in vigore dal 1 luglio, prevede l'introduzione del price cap per h3g a partire da luglio 2006.” “L'obiettivo – ha aggiunto Savarese – è che il 2008 sia l'ultimo anno di asimmetria per Wind”. Perché la misura diventi operativa sarà necessario in ogni caso il vaglio della Commissione UE e dell'Antitrust.

Savarese ha spiegato inoltre che l'Autorità auspica che il prezzo massimo per la richiesta di informazioni sull'elenco abbonati (l'ex servizio 12 ormai liberalizzato) scenda del 35%. “Abbiamo preparato una proposta – ha spiegato – e aspettiamo le risposte degli operatori entro 30 giorni. Se tutto andrà in questa direzione a inizio 2006 la delibera con il nuovo prezzo massimo potrebbe partire”. Oggi il prezzo massimo per questo tipo di servizi, criticato dalle associazioni dei consumatori per aumenti ingiustificati rispetto al passato, prevedeva 30 centesimi di scatto alla risposta più 1,50 euro per ogni minuto al netto dell'Iva.

HC 2005 – redattore: CC

Fonte: Help Consumatori

Condividi questo articolo