TURISMO. Federconsumatori: cosa fare quando il bagaglio prende il volo

Durante gli esodi estivi, i bagagli restano in cima alle preoccupazioni dei vacanzieri. Secondo Federconsumatori in questo periodo di maggior afflusso negli aeroporti sono numerosissime le lamentele e segnalazioni relative ai problemi con i bagagli.

L'Associazione ricorda, innanzitutto, soprattutto se si viaggia con compagnie low cost, di controllare le condizioni per eventuali smarrimenti o danni ai bagagli applicate dalla compagnia stessa o da compagnie assicuratrici complementari e di segnalare eventuali disservizi allo Sportello S.O.S. Turista (059.2033430 o via mail all'indirizzo info@sosvacanze.it ; www.sosvacanze.it) .
Ecco i consigli di Federconsumatori su cosa fare in caso di:

1. MISURE E PESO DEL BAGAGLIO
Prima di partire verificate le disposizioni della compagnia aerea riguardanti il peso e le misure del bagaglio, specialmente se si tratta di bagaglio a mano. Spesso, infatti, al momento del check in si rischia di dover pagare costi extra per aver superato i limiti consentiti, anche se di pochissimo.

2. SMARRIMENTO DEL BAGAGLIO
- Rivolgetevi al banco Lost and Found, dove potrete ritirare il modulo PIR (Passeger Irregularity Reports) presentando lo scontrino del bagaglio.
- Il passeggero ha diritto ad ottenere dalla compagnia aerea una somma di denaro per poter far fronte alle prime necessità, quali: pigiama, dentifricio, indumenti intimi (a tal fine ricordate di conservare gli scontrini di quanto acquistato che andranno inviati alla compagnia aerea tramite raccomandata a/r unitamente ad una copia del modello PIR). Da parte di alcune compagnie vi è la possibilità di un rimborso forfettario.
- Se, dopo il termine di 21 giorni, il bagaglio viene considerato perduto, sarà necessario inviare alla compagnia aerea con cui si è volato un reclamo tramite raccomandata a/r.


3. DANNEGGIAMENTO DEL BAGAGLIO
- Se, invece, il bagaglio giunge a destinazione, ma presenta dei danni dovuti al trasporto, avete al massimo 7 giorni dal ricevimento del bagaglio per presentare un reclamo in forma scritta, preferibilmente tramite raccomandata a/r (in caso il bagaglio danneggiato venga restituito in ritardo, avete, invece, 21 giorni di tempo dalla data di consegna).


4. RISARCIMENTO DANNI
- In caso di smarrimento, distruzione o deterioramento, per le compagnie aderenti alla convenzione di Montreal, il risarcimento ammonta al massimo a 1.000 DSP cioè circa 1.167 Euro per bagaglio, per le compagnie non aderenti a tale convenzione il risarcimento è al massimo di 17 DSP al Kg, cioè circa 20 Euro/Kg. Gioielli, denaro contante e computer portatile o altri oggetti di valore contenuti nel bagaglio devono essere dichiarati al momento del check in, altrimenti la compagnia non risponde in caso di smarrimento o danneggiamento. In questi casi, comunque, è sempre meglio assicurare il proprio bagaglio con un'apposita polizza.

VC


Condividi questo articolo