Un menu alle erbe aromatiche

In cucina le erbe aromatiche non dovrebbero mai mancare, soprattutto nella bella stagione, quando sono disponibili fresche. Per averne sempre un buon assortimento, coltivatele su terrazzi o davanzali. E usatele generosamente, sperimentando nuove combinazioni di sapori, come vi proponiamo con le nostre profumatissime ricette

Polpettine di tofu e piselli con crescione

Preparazione: 25' – Cottura: 45' – Difficoltà: media

Per 4 persone

Per le polpette: 350 g di tofu, 200 g di piselli freschi, 2 cipollotti, 1 carotina, 1 gambo piccolo di sedano, 2 spicchi d'aglio fresco, 1 rametto di rosmarino, 1 di santoreggia e 1 di maggiorana, 4 cucchiai di olio d'oliva, sale, pangrattato Per il contorno: 150 g di crescione, 100 g di lattughino, 3-4 carotine, 1 cucchiaio di erba cipollina tritata, il succo di mezzo limone, sale

Mondate le verdure e tritatele finemente, sminuzzate le erbe aromatiche. Rosolate delicatamente le verdure con le erbe aromatiche e poco olio, in una padella coperta per 5 minuti. Unite i piselli, 2 cucchiai di acqua, salate e proseguite la cottura per altri 10 minuti. Aggiungete il tofu schiacciato (o brevemente frullato) e ridotto in una densa purea. Me scolate, coprite nuovamente e cuocete altri 10 minuti. Il composto deve restare piuttosto compatto. Spegnete e lasciate intiepidire. Formate quindi delle polpette rotonde e leggermente schiacciate, passatele nel pangrattato e disponetele in una pirofila leggermente unta. Condite con poco olio e infornate a 200 °C per 15-20 minuti, finché le polpette non avranno preso un bel colore dorato. Preparate nel frattempo l'insalata con crescione, lattughino e carotine tagliate a lamelle con il pelaverdure. Condite l'insalata appena prima di servire e distribuitela a raggiera su 4 piatti, mettendo al centro di ogni porzione qualche polpetta ben calda.

Fagiolini e carote con rucola e salsina di finocchi al timo

Tempi di preparazione: 30' – Tempi di cottura: 20' – Facile
Per 4 persone
250 g di piccoli fagiolini freschi, 250 g di carotine primaverili, 1 finocchio medio, 2 piccoli mazzetti di rucola, 25 g di zenzero fresco, 7-8 cucchiai di latte scremato, 4-5 rametti di timo limonato, olio d'oliva, sale

Sfogliate il timo, mondate il finocchio dalle sommità barbose e dalla foglia esterna più dura, dividetelo a metà, lavatelo e affettatelo, conditelo con il timo, un pizzico di sale e 2-3 cucchiai d'olio d'oliva, mettetelo in una piccola padella, copritelo e cuocetelo a calore medio-basso per circa 10 minuti.
Mondate i fagiolini dalle estremità e dall'eventuale filo, pulite le carote e tagliatele in bastoncini della stessa dimensione dei fagiolini, adagiate le due verdure in un cestello e cuocetele a vapore per 10 minuti aromatizzando l'acqua con lo zenzero sbucciato e affettato. Lasciate intiepidire.
Lavate nel frattempo la rucola sfogliata, sgrondatela dall'acqua in eccesso e affettatela finemente, frullate i finocchi con il latte regolando di sale.
Ponete nel centro dei piatti i fagiolini e le carote tiepide, conditele con la salsina di finocchi, circondateli dalla rucola e servite.

Linguine integrali al pesto di primavera

Preparazione: 20 minuti – Cottura: 20 minuti – Facile
Per 4 persone
280 g di linguine integrali, 100 g di pisellini freschi, 100 g di fave piccole fresche, 8 taccole, 8 fagiolini, 100 g di parmigiano grattugiato, 4 cucchiai d'olio d'oliva, 1 mazzetto di basilico, 1 spicchio di aglio, succo di limone, sale, pepe.

Private le fave della pellicina esterna. Mondate le taccole e i fagiolini e riduceteli a pezzettini.
Sistemateli insieme ai piselli nel cestello e fate cuocere per circa 8-10 minuti, finché non saranno teneri.
Tenete da parte due cucchiai di legumi interi per la decorazione del piatto e frullate il resto col basilico lavato e asciugato, l'aglio, il formaggio, il succo di mezzo limone, una presa di sale e l'olio, fino a ottenere una crema piuttosto densa (se occorre diluire, utilizzate qualche cucchiaiata del brodo della cottura a vapore).
Lessate le linguine in abbondante acqua salata, conservando un po' della loro acqua di cottura.
Diluite la purea di verdure con uno o due cucchiai d'acqua di cottura della pasta e conditeci le linguine. Decorate il piatto con i legumi interi e servite.

Bulgur alla menta con pomodorini

Preparazione: 25' – Cottura:Facile
Per 4 persone
250 g di bulgur, 16 pomodorini ciliegia, 20 olive nere snocciolate, 3 cucchiai di pangrattato, 1 ciuffo di menta, 1 ciuffo di prezzemolo, 1 ciuffo di basilico, 1 foglia d'alloro, 1 spicchio d'aglio, 4-5 cucchiai d'olio d'oliva, sale

Mettete il bulgur in una casseruola con l'alloro, mezzo litro d'acqua e un pizzico di sale. Coprite, portate a ebollizione a fiamma viva. Abbassate la fiamma e lasciate sobbollire per circa 20 minuti, finché l'acqua sarà completamente evaporata e il bulgur tenero.
Tritate nel frattempo le foglie di menta con le olive nere.
Tagliate a metà i pomodorini e disponeteli sul fondo d'una padella leggermente unta d'olio. Cosparge teli con una miscela composta da pangrattato, aglio, prezzemolo e basilico tritati fini. Salateli leggermente, irrorateli con poco olio, copriteli e fateli stufare a fiamma media per 10-15 minuti.
Eliminate l'alloro dal bulgur ancora ben caldo, unitevi il trito di olive e poco olio. Mescolate e disponete il bulgur a cupoletta su 4 piatti. Contornatelo con i pomodorini e servite a parte olio e peperoncino.
Potete aggiungere al bulgur, o al ripieno dei pomodorini, grana o pecorino grattugiato.

Pennette al caciocavallo con zucchine e asparagi

Preparazione: 30' – Cottura: 30' – Facile
Per 4 persone
280 g di penette rigate, 250 g di asparagi, 200 g di pomodori maturi, 2 patatine novelle, 2 piccole zucchine, 40 g di caciocavallo podolico stagionato grattugiato, 1 cipollotto, 1 ciuffo di basilico, 1 spicchio d'aglio, 4 cucchiai d'olio d'oliva, peperoncino, sale.

Pulite gli asparagi eliminando le parti fibrose e tagliateli a rondelle, lasciando interi gli ultimi 4 centimetri di punta.
Riducete a tocchetti le zucchine. Sbucciate e dividete a dadini le patate. Tagliate a cubetti i pomodori, dopo averli immersi in acqua bollente e spelati.
Scaldate, in una padella capiente, due cucchiai d'olio col cipollotto tritato e l'aglio schiacciato e fateli rosolare delicatamente. Aggiungete le patate, salat e leggermente, coprite e lasciate cuocere per 3-4 minuti. Unite le zucchine e gli asparagi, coprite nuovamente e proseguite la cottura, a fiamma bassa, per altri 10-12 minuti.
Iniziate la cottura, in abbondante acqua salata, della pasta da lasciare molto al dente.
Aggiungete i pomodori quando le verdure sono quasi cotte: le patate devono essere morbide, il resto leggermente croccante. Proseguite la cottura ancora per 6-7 minuti. Unite il basilico sminuzzato e se piace una spolverata di peperoncino.
Scolate< /I> le pennette e aggiungetele alla verdura, con due cucchiai della loro acqua di cottura. Versate due cucchiai d'olio e fate insaporire, a fiamma viva, per 2 minuti.
Cospargete col caciocavallo e servite subito, con olio, peperoncino e caciocavallo a parte da aggiungere secondo i gusti.

Cartocci primaverili ai cipollotti e girasole

Tempi di preparazione: 30' – Tempi di cottura: 35' – Facile
Per 4 persone
8 patatine novelle, 175 g di pisellini freschi sgusciati, 8 carote novelle, 4 cipollotti freschi, 2-3 cucchiai di semi di girasole sgusciati, 1 cucchiaino di prezzemolo tritato, 1 scarso di buccia di limone grattugiata, 1 scarso di santoreggia secca, 1-2 cucchiai di parmigiano grattugiato (facoltativo), olio d'oliva, sale.

Dividete le carote per il lungo in 4 parti e poi tagliatele ottenendo dei tronchetti lunghi 4-5 cm, sbucciate le patate, tagliatele a spicchi e conservatele in acqua fredda, mondate i cipollotti e affettateli, metteteli in una padella insieme alla santoreggia e a 3-4 cucchiai di olio, copriteli e rosolateli a calore medio basso per 8 minuti.
Aggiungete le carote e dopo 5 minuti le patate scolate, salate e cuocete per 7 minuti scarsi scuotendo spesso la padella invece di mescolare, unite i pisellini e continuate la cottura per altri 5 minuti, bagnando se serve con poca acqua.
Aromatizzate le verdure con la buccia di limone mescolata al prezzemolo e adagiatele in 4 fogli di carta stagnola alzando i soli lati in modo da lasciare libera la superficie, adagiate i cartocci in una teglia e cospargete la superficie con i semi di girasole (eventualmente mescolati col parmigiano), proseguite la cottura nel forno caldo a 175 °C per 10 minuti circa e servite.

Misticanza con ravanelli ed erba cipollina

Preparazione: 25' – Facile
Per 4 persone
150 g di ravanelli, 100 g di rucola, 100 g di lattughino, 100 g di foglie piccole di tarassaco (solo il cuore della pianta), 100 g di carotine, 1 ciuffo di erba cipollina, 1-2 cucchiai di succo di limone, 1 cucchiaio di semi di sesamo tritati, 4 cucchiai d'olio d'oliva, sale.


Unite in un'insalatiera le insalatine lavate e asciugate, i ravanelli e le carotine tagliati sottilmente con l'affettaverdure.
Condite con un'emulsione a base d'olio, sale e succo di limone.
Aggiungete l'erba cipollina sminuzzata fine e il sesamo. Mescolate. Decorate con qualche filo d'erba cipollina.
Per un piatto unico nell'intervallo di lavoro, potete aggiungere un uovo sodo o del formaggio primo sale a dadini e de l pane integrale.

Macedonia di nespole al barolo con melissa

Preparazione: 20' – Cottura: 20' – Facile
Va preparato in anticipo
Per 4-6 persone

1,2 kg di nespole mature (pari a circa 600 g di polpa), mezzo litro di barolo (o il più giovane ed economico nebbiolo), 100 g di zucchero, 2 limette (o limoni), il succo di 1 limone, 1 pezzettino di scorza di cannella, 1 chiodo di garofano, qualche foglia di melissa o di menta per decorare.

Sbucciate le nespole: l'operazione è semplice se la frutta è matura. Dividetele a metà, eliminate i noccioli e mettetele a bagno, in una casseruola, con mezzo litro d'acqua mescolata al succo di limone.
Aggiungete le limette tagliate a fettine sottili, la cannella, il chiodo di garofano e lo zucchero. Cuocete per 8-10 minuti. Levate la frutta aiutandovi con una schiumarola e sistematela in una ciotola. Unitevi il vino.Proseguite
a fiamma viva la cottura dello sciroppo finché si è ristretto di metà. Aggiungetelo alla frutta scolata. Coprite e lasciate riposare in frigo possibilmente per una notte.
Servite la macedonia decorandola con foglioline di melissa o menta.
Potete aggiungere due palline di gelato alla crema.
La stessa ricetta è ottima anche con le amarene.

Fonte: il mangiabio

Condividi questo articolo