VOC : Cosa sono i Composti Organici Volatili?

Con la denominazione di Composti Organici Volatili (VOC) viene indicato un insieme di sostanze in forma liquida o di vapore, con un punto di ebollizione che va da un limite inferiore di 50-100 °C a un limite superiore di 240-260 °C. Il termine “volatile” indica proprio la capacità di queste sostanze chimiche ad evaporare facilmente a temperatura ambiente.

 I composti che rientrano in questa categoria sono più di 300. Tra i più noti sono gli idrocarburi alifatici (dal n-esano, al n-esadecano e i metilesani), i terpeni, gli idrocarburi aromatici, (benzene e derivati, toluene, o-xilene, stirene), gli idrocarburi alogenati (cloroformio, diclorometano, clorobenzeni, ecc.), gli alcoli (etanolo, propanolo, butanolo e derivati), gli esteri, i chetoni, e le aldeidi (tra cui la formaldeide).

Quali sono le principali fonti dei Composti Organici Volatili?

Negli ambienti confinati le sorgenti di VOC si trovano praticamente ovunque:

Prodotti per la pulizia a cera ( cere liquide e in aerosol per pavimenti e mobili), prodotti per la pulizia dei bagni, dei vetri, dei forni, paste abrasive, detergenti per stoviglie, deodoranti solidi e spray.

Pitture e prodotti associati: pitture ad olio, uretaniche, acriliche, vernici a spirito per gommalacca, mordente e coloranti per legno, diluenti, detergenti per pennelli, sverniciatori.

  • Pesticidi, insetticidi e disinfettanti.
  • Colle e adesivi.
  • Prodotti per la persona e cosmetici.
  • Prodotti per l'auto.
  • Mobili e tessuti.
  • Materiali da costruzione.
  • Stampanti e fotocopiatrici.
  • Fumo di tabacco.

Sorgenti outdoor: emissioni industriali, emissioni da automobili.

Quali sono gli effetti sulla salute?

L'esposizione ai VOC può provocare effetti sia acuti che cronici. Secondo le concentrazioni, gli effetti acuti possono includere irritazioni agli occhi, al naso e alla gola, mal di testa, nausea, vertigini, asma. Per esposizioni ad alte concentrazioni molti di questi composti chimici possono causare effetti cronici come danni ai reni, al fegato, al sistema nervoso centrale, fino a provocare il cancro (nel caso particolare del benzene e della formaldeide).
Le persone più predisposte ad ammalarsi sono quelle con problemi respiratori, i bambini, gli anziani e i soggetti sensibili ai composti chimici.

Come ridurre l'esposizione ai VOC?

Per controllare l'esposizione ai VOC è importante:

  • Ridurre il numero di prodotti contenenti VOC e comunque utilizzare materiali che abbiamo un basso contenuto di composti organici volatili.
  • Ventilare adeguatamente gli ambienti.
  • è raccomandabile l'uso di purificatori d'aria.
  • Evitare l'uso di deodoranti per la casa.
  • Limitare l'uso dei pesticidi.
  • Utilizzare correttamente i prodotti secondo le indicazioni riportate in etichetta;
  • Assicurarsi di ventilare gli ambienti durante le pulizie;
  • Ventilare i vestiti lavati a secco (le lavanderie solitamente utilizzano percloroetilene per asciugare);

Dotare gli ambienti di piante che sono in grado di ridurre le concentrazioni di VOC, come filodendro, dracena e spatifillo.

Fonte: www.indoor.apat.it

Condividi questo articolo