Basilico: 4 cose da sapere

Con l’arrivo dell’estate, il profumo irresistibile del basilico che proviene dall’orto inizia ad allietare le nostre tavole imbandite di colorate e gustose specialità mediterranee come trofie al pesto, spaghetti al pomodoro e tante gustose verdure fresche dell’orto.

Questa pianta aromatica, molto utilizzata in cucina in questo periodo dell’anno, è senza dubbio uno degli ingredienti più tipici della tradizione culinaria italiana, sebbene le sue origini non siano affatto di natura mediterranea.

Non tutti sanno, infatti, che il basilico è originario dell’India, Paese dal quale è stato esportato in Europa probabilmente attraverso il Medio Oriente.

Che il basilico sia il re della cucina estiva è dimostrato anche dal suo nome, che deriva dal latino basilicum e dal greco basilikon phyton e significa “pianta regale e maestosa”. L’utilizzo di questa profumatissima pianta aromatica va oltre l’ambito culinario: già nell’antichità, infatti, il basilico veniva impiegato per dar vita a profumi ma anche come rimedio curativo.

 Le proprietà

Il basilico è ricco di principi nutritivi come vitamine, sali minerali, flavonoidi e antiossidanti, elementi molto preziosi contro l’invecchiamento e i radicali liberi. Le proprietà antinfiammatorie e antibatteriche di questa pianta favoriscono la digestione e il corretto funzionamento dello stomaco. Secondo la tradizione popolare, il basilico è anche in grado di rendere vivace la mente e donare buonumore: è considerato infatti un tonico per il sistema nervoso e per la mente, soprattutto in caso di stress, stanchezza e affaticamento.

I valori nutrizionali

Il basilico è composto per il 92% da acqua e contiene una piccola parte di proteine. In 100 grammi di prodotto troviamo circa 26 mg di vitamina C, 300 mg di potassio, 250 mg di calcio, 37 mg di fosforo, per un totale di 39 calorie. Il basilico contiene anche vitamina A e alcune vitamine del gruppo B. Per tutte queste ragioni, il basilico è un portatore di notevoli benefici al nostro organismo.

Gli usi

Il basilico fresco è l’ingrediente principale del pesto alla genovese, ma è perfetto anche per il sugo al pomodoro e per aromatizzare verdure come patate e melanzane. Da questa pianta deriva anche un potente olio essenziale, molto utile contro lo stress fisico ed emotivo. L’olio essenziale di basilico viene utilizzato inoltre per numerosi trattamenti di aromaterapia specifici per combattere l’insonnia, i crampi allo stomaco e i problemi digestivi. In caso di tosse e raffreddore, sono particolarmente indicati i suffumigi a base di questo olio essenziale che, diluito in un olio vegetale di base, può essere impiegato anche per massaggi e frizioni muscolari.

Fonte: www.momentodonna.it/trending/cucina/basilico-4-cose-da-sapere-2016/4/

Condividi questo articolo