Dicondra: la pianta infestante per prati erbosi facili da mantenere

La dicondra (Dichondra repens) è una pianta tappezzante, che resiste bene all’ombra e che è molto adatta per dare vita a prati erbosi facili da mantenere. Si tratta di una specie erbacea molto vigorosa e a bassa manutenzione.

Si ripara e si autorigenera facilmente dunque il fatto che il tappeto erboso verrà calpestato non sarà per nulla un problema. Ha le caratteristiche di una vera e propria pianta infestante. Resiste sia al sole che all’ombra e la potrete coltivare in ogni tipo di clima, soprattutto nei luoghi in cui altre tipologie di prato non attecchiscono.

La dicondra forma dei cuscini compatti dove è più esposta al sole mentre tende a diradarsi all’ombra. Se volete coltivare la dicondra potrete acquistarne i semi. Altrimenti si trovano in vendita anche delle zolle precoltivate.

Avevate mai sentito parlare della dicondra? Forse vi sarà capitato, a vostra insaputa, di percorrere un sentiero o di camminare su un prato formato proprio grazie alla dicondra.

Questa pianta erbacea ha un portamento strisciante, si diffonde sulla superficie del terreno e raggiunge un altezza di circa 3 cm. E’ composta da piccole foglie carnose di forma tondeggiante e di colore verde brillante.

La crescita della dicondra normalmente non va oltre i 3 cm di altezza e per questo motivo grazie a questa ‘erbaccia’ molto probabilmente non avrete più bisogno di rasare il prato. Ecco perché scegliere la dicondra per creare un manto verdeggiante può essere una soluzione davvero conveniente.

Essendo una pianta rustica sopporta molto bene qualsiasi condizioni climatica. Per quanto riguarda le innaffiature, la dicondra sopravvive benissimo grazie all’acqua che proviene dalle piogge ma il consiglio è comunque di innaffiare il prato di tanto in tanto in particolare durante la stagione calda e nei periodi di siccità.

La moltiplicazione della dicondra avviene per semi e per stoloni. Ricordate che prima di seminare la dicondra dovrete vangare molto bene e rastrellare il terreno. La dicondra preferisce terreni leggermente acidi.

Inoltre la dicondra è una pianta che resiste molto bene agli insetti e ai parassiti. Tra le foglie della dicondra potrebbero di tanto in tanto nascere altre piante spontanee o qualche fiore. Niente vi impedisce di estirpare manualmente le piante che non vi interessano quando le avvistate. Ricordate che i diserbanti distruggerebbero anche la dicondra, quindi meglio non utilizzarli e servirsi nel caso solo di mezzi meccanici e manuali.

Durante la stagione primaverile la dicondra presenta dei piccoli fiori ascellari di colore bianco o giallo chiaro. Un aspetto che renderà il vostro prato ancora più gradevole. La coltivazione della dicondra essendo molto semplice è adatta anche a chi non ha molta dimestichezza con il giardinaggio.

In ogni caso per qualsiasi dubbio potrete chiedere consiglio al vostro vivaista di fiducia e nel negozio dove acquisterete i semi di dicondra. Vi consigliamo di seminare la dicondra all’inizio della primavera in modo che abbia davanti tutta la bella stagione per crescere, dato che questa pianta preferisce il sole.

La prossima volta che deciderete di creare un bel prato ricordate il nome della dicondra, una pianta a bassa manutenzione che non necessita di rasature e per la quale non servono copiose irrigazioni. Vi farà davvero risparmiare acqua e fatica.

 Marta Albè
Fonte: greenme.it

Condividi questo articolo