MENTA ACQUATICA

 Mentha aquatica

Famiglia Labiate

Proveniente dall’ Europa e naturalizzata in molte regioni temperate settentrionali, la si trova in terreni umidi, in prossimità di corsi d’acqua, e di stagni.
Pianta molto mutevole, si ibrida perfettamente con altre specie di menta, facendo nascere altre varietà.
Pianta odorosa come altre della sua specie, ma il profumo non è gradevolissimo.

Erba perenne pubescente; con radice cilindrica, e con radici avventizie. Il fusto angolare glabro o pubescente, molto ramoso, alto circa 60 cm.
Le foglie opposte e seghettate, oblunghe, peduncolate e crespate.
I fiori sono riuniti in capolini inseriti all’apice del fusto, la corolla viola o molto più chiara, è di forma tubolare, pelosa internamente, e spuntano nel corso dell’estate, mentre il calice anch’esso di forma tubolare, è termina con cinque denti triangolari, di colore verdastro.
I frutto è formato da quattro acheni di forma ovale, e la superficie ricoperta da piccole verruche.

Si riproduce per divisione degli stoloni in primavera, la si pianta in acqua o in terreno molto umido.
Parti che si utilizzano; le foglie si raccolgono (solo quelle verdi e sane) in (maggio-giugnio), le parti fiorite in (luglio), tagliando le parti erbacee della pianta. Le foglie si essiccano all’ombra in strati sottili, mentre le sommità fiorite si raccolgono in mazzi e si essiccano anch’esse all’ombra, entrambe si conservano in recipienti di vetro o porcellana al riparo dalla luce.
Questa specie è molta conosciuta, soprattutto apprezzata perché è aromatica, e inoltre stimata in erboristeria. Apprezzata nel settore farmaceutico e quello alimentare, per il suo olio essenziale.
Ha stesse proprietà di molte altre mente, tra queste, quella di stimolare la secrezione gastrica e i processi digestivi, bloccare le fermentazioni intestinali, attenuare gli spasmi e dolori colici, sedare nause e vomito.

Consultare dei medici o erboristi, perché le preparazioni bevibili di Menta acquatica, innocue a dosi larghe, invece utilizzati smodatamente e per periodi lunghi, possono dare luogo a fenomeni ipnotici e di intolleranza gastrica

Principi attivi, olio essenziali (composto di mentolo, cineolo, mentofurano, terpeni ecc.), resine e sostanze amare, tannini, colina. Proprietà, blandamente astringente, spasmodico, carminativo,colagoga, digestivo, gastrointestinale in particolare per diarrea e spasmi intestinali, raffreddore, e nelle mestruazioni dolorose. Curativo, raffreddore, bagni, bocca, digestione, intestino, , emicrania, nausea nevralgia, reumatismi, pelle.

Alcune Ricette
Digestione, sedare dolori e bloccare le fermentazioni intestinali: Infuso o tisana, 1-2g in 100ml d’acqua. Bere una tazzina o una tazza dopo i pasti. Nausea, mal di testa, dolori intestinali: tintura, 20g in 100ml d’alcool di 70° (macerare per otto giorni). Prendere uno o due cucchiaini in acqua zuccherata. Oppure. Tintura vinosa, 2g in 100ml di vino bianco (macerare per otto giorni). Un bicchierino all’occorenza. Proprietà della Menta acquatica sono il buon potere antimicrobico, che è sfruttato per uso sia interno sia esterno, anche analgesico, rinfrescante e antipruriginoso.

Dolori Nevralgici e Reumatici, tintura: 20g in 100 ml d’alcool di 70° (a macero per otto giorni), fare frizioni sulle parti dolenti, tenere lontane da occhi e dalle mucose. Raffreddore, fare dell’inalazioni facendo bollire un pugno di foglie di Menta fresche in un litro d’acqua.
Emicrania, infuso di menta, 10g di foglie in mezzo litro d’acqua bollente per 10 minuti, bere una tazza e riposare in un luogo al buio, oppure annusare delle foglie essiccate di menta. Fegato, infuso di menta, 10g di foglie in mezzo litro d’acqua bollente per 10 minuti, bere una tazza e riposare in un luogo al buio, oppure annusare delle foglie essiccate di menta. Fegato, decotto di menta, far bollire un cucchiaio di foglie fresche o secche in mezzo litro d’acqua, lasciare macerare per 10 minuti, bere due o tre tazze il giorno, la prima a digiuno.

 

Condividi questo articolo