MENTHA AQUATICA

 Famiglia: Labiatae

EN – Water Mint DE – Wasser Minze
FR – Menthe Aquatiche
Dialetti – Menta acquaiola, Puniol,
Balsamita acquatica ES – Sandalo de Agua

Menta acquatica: proprietà, coltivazione, caratteristiche e rimedi naturali. Tutte le informazioni su questa pianta spontanea che cresce sulle sponde dei corsi d’acqua.

Al contrario della sua cugina più famosa, la menta piperita, la menta acquatica non gode della stessa popolarità, eppure ha molte proprietà da offrire e tanti assi nella manica!

Menta acquatica, coltivazione
La menta acquatica è una pianta che cresce spontaneamente nei terreni molto umidi e acquitrinosi. Chi intende coltivarla, può prelevare non dovrà dedicare alla pinta molte attenzioni: si tratta di una specie molto rustica e quindi resistente. L’unica condizione per la sua coltivazione è il suolo: ha bisogno di un terreno sempre umido o addirittura acquitrinoso. In natura, la menta acquatica cresce lungo i fiumi, piscine, torrenti, dighe, fosse idriche, prati umidi o paludi.
Preparate un terreno torboso e umido, la reazione non è decisiva perché la menta cresce sia su terreni leggermente acidi sia su terreni calcarei. La sua coltivazione è molto diffusa soprattutto nel Nord Europa, dalla quale si ricava un olio essenziale e una serie di estratti dalle molteplici proprietà.

Menta acquatica, proprietà e caratteristiche
Se siete a caccia di rimedi naturali con le erbe, la menta acquatica è ciò che fa per voi! Grazie alle sue molteplici proprietà, la menta acquatica riesce a contrastare un gran numero di disturbi di lieve entità. Appartiene allo stesso genere della menta piperita e annovera molte proprietà benefiche. Della pianta “menta acquatica” si usano le foglie e le sommità fiorite.
Grazie ai suoi principi attivi (mentolo, cineolo, mentofurano, terpeni, resine, tannini….), la pianta vanta molte proprietà: antispasmodica, carminativa, diaforetica, refrigerante, vasodilatatrice, antisettica, astringente, colagoga, stimolante, stomachica, calmante il dolore, emetica e tonica.

Potete raccogliere la menta acquatica lungo un torrente ed essiccarla in luoghi ombrosi e con un buon ricambio d’aria. La menta essiccata va conservata in barattoli di porcellana e si preparano infusi e macerati da consumare dopo i pasti per ridurre la sensazioni di gonfiore addominale. Infusi e macerati di menta acquatica sono considerati un buon rimedio naturale contro mal di testa e difficoltà digestive, a tale scopo si usano dopo i pasti.

In estate, potete usare le foglie essiccate per preparare un bagno lenitivo contro smagliature e irritazioni. Grazie alle proprietà rinfrescanti, impacchi a base di menta acquatica possono avere un ottimo effetto lenitivo in caso di scottature solari.
Come preparare un infuso diuretico e digestivo?
Fate bollire una tazza d’acqua contenente un cucchiaino di menta acquatica essiccato. Dall’ebollizione attendete 5 minuti, spegnete il fornello, fate intiepidire e filtrate.
I bagni alla menta acquatica hanno proprietà tonificanti, rinfrescanti e anti-pruriginose: aiutano a lenire irritazioni e prurito. Si preparano aggiungendo due manciate di menta acquatica essiccata all’acqua calda della vasca.

Olio essenziale di menta acquatica
Per sfruttare al meglio le proprietà della menta acquatica è possibile sfruttare il suo olio essenziale. L’olio essenziale di menta acquatica si ottiene mediante un processo di estrazione per distillazione in corrente di vapore.
Dove comprare l’olio essenziale di menta acquatica?
Al contrario dell’olio essenziale di menta piperita, molto facile da reperire e anche economico, l’olio essenziale di menta acquatico non si trova facilmente in commercio. Chi proprio non vuole farne a meno, può provare a produrre l’olio essenziale in casa.

Olio essenziale di menta acquatica fatto in casa
Il processo di distillazione in corrente di vapore si può eseguire in casa con il fai da te, sfruttando una pentola a pressione modificata oppure acquistando un distillatore. Chi ha una macchina per produrre il vapore (come quelle che si usano per la pulizia del viso) potrebbe convogliare il beccuccio del vapore in una cannula collegata a una bottiglia mentre nella camera dell’acqua dovrebbe inserire un macerato di menta acquatica. Tutte le istruzioni per fare l’olio essenziale in casa, comprese di video dimostrativo, sono disponibili alla pagina dedicata alla distillazione in corrente di vapore.

 

Condividi questo articolo