Mese di gennaio: semina, raccolto e lavori nell’orto

Nel mese di gennaio, soprattutto a partire dalla seconda metà, quando il pericolo delle gelate comincerà ad allontanarsi, sarà possibile preparare il proprio orto alla semina delle varietà di cui si vorranno raccogliere i frutti nel corso dei mesi successivi.

Sarà inoltre opportuno dedicarsi alla semina in semenzaio, soprattutto nelle regioni dal clima rigido e per le piantine più delicate. L’orto di gennaio può offrire un ricco raccolto di prodotti invernali da portare sulle nostre tavole. Non bisogna inoltre dimenticare di raccogliere le erbe aromatiche da essiccare o da utilizzare fresche in cucina.

COSA SEMINARE A GENNAIO

Nel mese di gennaio, soprattutto se si vive in una regione dal clima mite e se si ha la possibilità di seminare le proprie piante in maniera protetta, ad esempio ricorrendo ad un semenzaio, è possibile procedere alla semina di numerose piante e ortaggi, di cui si potranno cogliere i frutti nei mesi primaverili. Particolare attenzione, dal punto di vista della protezione dal gelo, dovrà essere posta alla semina di peperoni, pomodori, melanzane, rucola e basilico. Se il clima non è particolarmente rigido, è possibile seminare direttamente in piena terra fave, piselli e carote. Nel mese di gennaio è inoltre possibile dedicarsi al trapianto dei carciofi e dei bulbi di aglio e di cipolla.

A gennaio è possibile seminare:

Basilico

Carote

Cavolfiori

Cavolo cappuccio

Cipolle

Crescione

Erba cipollina

Fave

Lattuga

Melanzane

Meloni

Peperoni

Pomodori

Piselli

Porri

Prezzemolo

Radicchio

Ravanelli

Rucola

Sedano

Spinaci

Timo

Valeriana

Zucchine

Consigli per la semina

Chi possiede un orto sul balcone, nel corso del mese di gennaio dovrà ricordare di proteggere le piante dal gelo utilizzando dei teli appositi. Sarà certamente possibile effettuare il raccolto delle erbe aromatiche coltivate in vaso, come rosmarino, salvia e origano. Se il balcone è protetto, se si ha a disposizione un semenzaio o se si vive in una regione dal clima mite, è possibile dedicarsi alla semina di erbe e ortaggi adatti alla coltivazione in vaso, come ravanelli, rucola, carote, lattuga, radicchio, basilico, erba cipollina, prezzemolo e valeriana.

I LAVORI NELL’ORTO SECONDO IL CALENDARIO LUNARE

Luna crescente

Con la luna crescente la tradizione suggerisce di effettuare la semina di pomodori, peperoni, melanzane e basilico. La rucola e i ravanelli potranno essere seminati in semenzaio o in un luogo riparato, così come il radicchio e la lattuga da taglio. I giorni di luna crescente sono la scelta preferibile per effettuare i trapianti di carciofi, bulbi di aglio e cipolla. Carote e prezzemolo possono essere seminati in luna crescente per favorirne la crescita.

La luna sarà crescente dall’11 al 23 gennaio 2016.

Luna calante

La tradizione popolare vuole che con la luna calante si dia inizio ad una nuova stagione per il vigneto a partire dalla potatura. Essa però dovrà essere rimandata al mese di febbraio nel caso in cui il clima risulti particolarmente rigido, in modo da non arrecare danni alle proprie viti da uva. Nel frattempo si potranno preparare i supporti per le viti. Con la luna calante si consiglia di effettuare la semina di cavolo cappuccio, sedano, radicchio e lattuga. E’ inoltre possibile iniziare a preparare il terreno per la coltivazione delle fragole.

La luna sarà calante dall’1 al 9 e dal 25 al 31 gennaio 2016.

Luna piena

I giorni di luna piena rappresentano il momento migliore per dedicarsi alla raccolta delle erbe aromatiche da essiccare. L’orto di gennaio offre la possibilità di dedicarsi alla raccolta non soltanto di salvia, alloro e rosmarino, ma anche di timo e di origano. La fase di luna piena è ritenuta la migliore per dedicarsi alla concimazione degli alberi da frutto.

La luna sarà piena il 24 gennaio 2016.

Marta Albè

FONTE: greenme.it

 

Condividi questo articolo