POLMONARIA

 Pulmonaria officinalis 

Famiglia:
Boraginaceae
Altri nomi della polmonaria
Borragine selvatica, erba piattuzza, salvia di Gerusalemme

Sulle Alpi Apuane esisteva un’antica divinazione: si contavano i fiori rosa e quelli azzurri della pianta per stabilire se sarebbero nati più maschi o più femmine nell’anno in corso. I vecchi dicevano che era per quel motivo che si affiggono fiocchi rosa o azzurri alla porta quando nascono i bambini. Dicevano che la vita è “un soffio” e la pianta dei “polmoni” conosce il segreto della vita.

Descrizione:
Pianta perenne, forma biologica: H. scap., erbacea cespitosa, peloso-glandolosa, con radice rizomatosa strisciante, alta da 15 a 30 cm.
Fusto : semplice con rami eretti o ascendenti.
Foglie:le basali riunite in rosetta, sono ovato-acuminate, intere e/o finemente dentate, hanno la pagina superiore ricoperta di peli, le cauline sono alterne e sessili, oblunghe e intere; presentano macchie più chiare distribuite sulla pagina superiore, a volte bianco latte.
Fiori: sono riuniti in cime lasse, hanno breve peduncolo, calice sub-cilindrico, pentagono, la corolla dapprima rosa, poi color viola, malva, e azzurra dopo l’impollinazione, raramente si possono trovare fiori bianchi.
Frutti: sono tetracheni, bruno-scuri, ovali e lisci.

Dove si trova:
In Italia è comune in tutto l’arco alpino; Alpi, Prealpi e boschi collinari, vegeta nei boschi mesici di latifoglie eliofile, nelle radure,siepi o nei cespugli, predilige i luoghi umidi e ombrosi e ricchi di calcio. Fiorisce da marzo a maggio, sino a 1.500 m.

Parti utilizzate:
Tutta la pianta
Tempo di raccolta e conservazione:
La pianta va raccolta tra marzo e maggio ed essiccata in zone ombrose e ventilate

Notizie e curiosità:
Il nome deriva dal latino “pulmo” = polmone, per la forma delle foglie macchiate di bianco che ricorda quella dei polmoni.

Principi attivi:
Mucillagine, saponine, tannini.

Proprietà:
La polmonaria ha proprietà espettoranti, astringenti, lenitive, emollienti e diuretiche; può essere usata nella cura dei geloni, delle contusioni, delle screpolature della pelle,delle infiammazioni della gola e del catarro.

Preparazione e uso:
Uso interno:

Infuso:
Mettere 50 g di pianta secca in 1 litro d’acqua bollente, lasciare in infusione per 10 minuti, filtrare. Berne 3 tazze al giorno contro raucedine, mal di gola, tosse.

La polmonaria in cucina
MINESTRONE AROMATICO CON POLMONARIA

Ingredienti:
2 cipolle medie
2 carote
300 g di foglie tenere di pulmonaria
200 g di bietole
2 finocchiettì selvatici
un quarto di cavolfiore
2 litridi acqua
500 g di lonza di maiale
sale 200 g di pasta tipo ditalini
parmigiano reggiano grattugiato

Preparazione:
Mondare, lavare le verdure e tagliarle a pezzetti.
Mettere sul fuoco una pentola con due litri di acqua; unire la carne, salare e portare lentamente a ebollizione.
Schiumare e aggiungere tutte le verdure, lasciando bollire leggermente sino a cottura degli ingredienti.
Togliere la carne (da servire poi con contorno di verdure) e unire la pasta.
Servire con abbondante parmigiano reggiano grattugiato.

 

Condividi questo articolo