Quali ortaggi si possono coltivare all’ombra

Le componenti essenziali per la buona riuscita di un orto sono il terreno fertile, l’acqua e la luce. Sono necessarie molte ore di illuminazione solare diretta per ottenere ortaggi sani e abbondanti. Ci sono, però, alcune varietà che possono tollerare anche una quantità di luce più ridotta.

Tutti gli ortaggi, eccetto pochissimi, richiedono una esposizione a pieno sole. Significa che l’orto deve essere orientato a sud, e deve ricevere luce solare diretta per tutto il giorno o quasi. Le zone ombreggiate da alberi, muri di recinzione o edifici non si prestano alla coltivazione dell’orto.

Generalmente le zone ombreggiate sono dedicate ad altre funzioni: per esempio, una zona ombreggiata può essere usata come zona di riposo e ristoro, può accogliere il deposito degli attrezzi o il cumulo del compost. Ci sono anche zone dell’orto, dette a mezzombra,  che ricevono sole in misura modesta ma sufficiente a coltivare alcuni ortaggi meno esigenti rispetto alla luce.

Una zona a mezzombra deve essere esposta direttamente al sole almeno mezza giornata. In questa categoria rientrano, per esempio, le zone circostanti un albero isolato, la cui ombra ruota nel corso della giornata.

COME REGOLA GENERALE, una pianta coltivata a mezzombra produce meno di una coltivata all’ombra, è più debole fisiologicamente e quindi più soggetta alle aggressioni dei parassiti e delle malattie. Tuttavia, siccome il terreno è quello che abbiamo e non possiamo spostarlo, sarà possibile ottenerne il massimo possibile coltivando le specie più adatte.

Considerate che ogni piccolissima parte di terreno, anche a pochi metri di distanza, ha un microclima diverso. I risultati migliori si ottengono sperimentando le diverse varietà di un ortaggio nelle diverse posizioni. Vicino a un muretto riuscirà molto meglio un pomodoro, capace di crescere molto in altezza, invece che una melanzana, che generalmente rimane bassa.  Le piante che presentano internodi  troppo lunghi stanno soffrendo mancanza di luce e si “allungano” per raggiungerla.

Il basilico può essere coltivato anche in casa, in corrispondenza di una finestra. Per quanto all’occhio umano la luce interna corrisponda a quella esterna, misurandola con uno strumento si noterebbe una grande differenza. L’interno di una finestra equivale a una situazione di mezzombra. Il basilico andrebbe seminato piuttosto fitto, perché ama la luce in alto, ma una situazione fresca e umida in basso.

Seminate il basilico quando la temperatura si è stabilizzata (da maggio).

In questo articolo presentiamo alcuni ortaggi che possono essere coltivati nelle zone di mezz’ombra. Le zone ombreggiate tutto il giorno non sono adatte a nessun ortaggio: talvolta può riuscire la coltivazione del prezzemolo.

Tra gli ortaggi della famiglia delle solanacee (peperoni, melanzane, pomodori e patate) i primi due richiedono assolutamente il pieno sole. I pomodori talvolta si accontentano di sole diretto per tre quarti della giornata, le patate di una mezzombra che copra almeno il 60% della giornata. Le cucurbitacee (cetrioli, zucche, zucchine, angurie e meloni) non riusciranno o produrranno pochissimo nella mezzombra.

L’aglio si adatta alla mezz’ombra. Innaffiatelo pochissimo o per niente, per evitare che i bulbi vengano aggrediti dalle muffe.

Aglio

Semina

Da ottobre a marzo.

Modalità di semina

Mettete nel terreno gli spicchi esterni più grandi, con la punta rivolta in alto. Punta un cm. sottoterra. Alcuni seminano lasciando la punta sporgente dal terreno.

Distanze di trapianto e coltivazione

Circa 15 cm tra le piante, oppure su file, 10 cm tra le piante e 40 cm tra le file.

Raccolta

Bulbi freschi da marzo. Altrimenti l’aglio si raccoglie quando il fogliame è secco.

 

La lattuga si può coltivare anche in vaso. Può riuscire anche in mezzombra.

Lattuga

Semina

Tutto l’anno, usando le varietà adatte alla stagione.

Modalità di semina

Seminate la in contenitori singoli. Quando le piantine sono alte 3-4 cm diradate lasciando solo la più bella. Quando  è alta 8-10 cm e le radici sono ben formate, trapiantate in campo.

Distanze di trapianto e coltivazione

Su file, 35 cm tra le piante e 40 cm tra le file.

Raccolta

Si raccoglie la pianta intera quando raggiunge dimensioni adeguate al consumo.

 

Il prezzemolo si può avere fresco nell’orto quasi tutto l”anno.

Prezzemolo e prezzemolo da radice

Semina

Da febbraio a ottobre.

Modalità di semina

Seminate in contenitori singoli. Non diradate. Quando  le piantine sono alte 8-10 cm e le radici sono ben formate, trapiantate in campo. Attenzione: il prezzemolo  ha una germinazione lentissima, può impiegare anche 40 giorni per emergere.

Distanze di trapianto e coltivazione

Circa 10 cm tra le piante. Oppure in linea continua su file distanti 30 cm.

Raccolta

Si raccolgono le foglie secondo le necessità di consumo.

 

La rapa “Palla di neve”

Rapa

Semina

In marzo, oppure da giugno a settembre.

Modalità di semina

Seminate in contenitori singoli. Quando le piantine sono alte 3-4 cm diradate lasciando solo la più bella. Quando  è alta 8-10 cm e le radici sono ben formate, trapiantate in campo. Oppure, seminate direttamente in campo.

Distanze di trapianto e coltivazione

Su file, 25 cm tra le piante e 40 cm tra le file

Raccolta

In maggio-giugno, oppure da agosto all’inverno.

 

Lo scalogno

Aglio scalogno

Semina

Da febbraio ad apprile

Modalità di semina

Seminate in contenitori singoli. Quando le piantine sono alte 3-4 cm diradate lasciando solo la più bella. Quando  è alta 8-10 cm e le radici sono ben formate, trapiantate in campo.

Distanze di trapianto e coltivazione

Circa 15 cm tra le piante, oppure su file, 10 cm tra le piante e 40 cm tra le file.

Raccolta

Luglio-agosto.

 

Il cavolo cinese

Cavolo cinese

Semina

Marzo-aprile, oppure agosto-settembre.

Modalità di semina

Seminate in contenitori singoli. Quando le piantine sono alte 3-4 cm diradate lasciando solo la più bella. Quando  è alta 8-10 cm e le radici sono ben formate, trapiantate in campo.

Distanze di trapianto e coltivazione

Su file, 40 cm tra le piante e 50 cm tra le file.

Raccolta

Si raccolgono i cappucci quando sono ben sviluppati, da 60 a 100 giorni dopo la semina secondo la precocità.

 

La rucola cresce anche a mezz’ombra, ma è più piccante quanto più sole riceve.

Rucola

Semina

Da febbraio a settembre

Modalità di semina

Seminate in contenitori singoli. Quando le piantine sono alte 3-4 cm diradate lasciando solo la più bella. Quando  è alta 8-10 cm e le radici sono ben formate, trapiantate in campo. Oppure, seminate direttamente in campo.

Distanze di trapianto e coltivazione

Circa 10 cm tra le piante, oppure su file, 8-10 cm tra le piante e 30 cm tra le file.

Raccolta

40 giorni dpo la semina si può iniziare la raccolta scaare che dura oltre un mese e si fa recidendo le foglie lunghe circa 10 cm.

 

Patata

Semina

Da fine febbraio a fine giugno.

Modalità di semina

Fate pre-germinare le patate esponendole alla luce finché emettono delle gemme. Solo allora mettetele in terra alla profondità di 10 cm. Se la patata è grande e ha più gemme, tagliatela a pezzi lasciando una gemma ogni pezzo: fate asciugare il taglio prima di interrare. Il solco deve essere profondo, perché la patata deve essere rincalzata più volte mentre cresce.

Distanze di trapianto e coltivazione

Su file, 30 cm tra le piante e 80 cm tra le file per facilitare i rincalzi.

Raccolta

Da maggio a ottobre. Le patate si raccolgono smuovendo il terreno con un forcone quando la piantaè secca.

 

La bieta può riuscire discretamente a mezzombra.

Bieta a coste

Semina

Da marzo ad agosto.

Modalità di semina

Seminate in contenitori singoli. Quando le piantine sono alte 3-4 cm diradate lasciando solo la più bella. Quando  è alta 8-10 cm e le radici sono ben formate, trapiantate in campo.

Distanze di trapianto e coltivazione

Su file, 25 cm tra le piante e 50 cm tra le file.

Raccolta

Raccogliete scalarmente le foglie esterne più sviluppate.

 

La carota appartiene alla famiglia delle ombrellifere, come il prezzemolo.

Carota

Semina

Da febbraio a settembre.

Modalità di semina

Seminate direttamente in campo.

Distanze di trapianto e coltivazione

Su file, 7-10 cm tra le piante e 30 cm tra le file.

Raccolta

Da marzo a ottobre.

 

Molte varietà di spinacio sono adatte alla coltivazione a mezzombra.

Spinacio SeminaDa marzo a maggio, oppure settembre-ottobre.Modalità di seminaSeminate in contenitori singoli.

Quando le piantine sono alte 3-4 cm diradate lasciando solo la più bella. Quando  è alta 8-10 cm e le radici sono ben formate, trapiantate in campo.

Oppure, seminate direttamente in campo.Distanze di trapianto e coltivazioneSu file, 10 cm tra le piante e 35 cm tra le file.Raccolta.

Si raccolgono scalarmente le foglie esterne migliori, oppure si raccoglie la pianta intera.

 Fonte: www.coltivarelorto.it

Condividi questo articolo