UNA STELLA MOLTO SPECIALE

STELLA

Nota come Stella di Natale, l’Euphorbia pulcherrima o anche Poinsettia pulcherrima, e’ un classico del periodo natalizio. La si regala, la si compra, la si espone quasi fosse una semplice decorazione e spesso, trascorse le feste, viene relegata e dimenticata in qualche cantuccio finche’ non muore.

In realta’, se solo ci si prendesse cura di lei, l’anno successivo potrebbe nuovamente rallegrare la nostra casa. Facciamo le presentazioni. L’euphorbia pulcherrima e’ una pianta originaria del Messico e, nel suo habitat naturale, puo’ raggiungere anche i 2 m di altezza. E’ divenuta la pianta tipicamente natalizia per via del colore di quello che viene erroneamente considerato il suo fiore. In realta’ il fiore vero e proprio e’ costituito dalle piccole infiorescenze gialle, mentre il rosso intenso – ma anche il bianco o il rosa – e’ il colore delle brattee, ovvero foglie che in determinati periodi assumono questa colorazione. La Stella di Natale e’ infatti una pianta fotoperiodica o brevidiurna, fiorisce quando diminuiscono le ore di luce, ovvero quando i giorni si accorciano.

Questa sua caratteristica in effetti ne complica un poco le cure ma… niente di impossibile. La Poinsettia, come si diceva, fiorisce quando le giornate si accorciano, in inverno. Deve pero’ essere posizionata in un luogo non troppo luminoso, ‘protetta’ non tanto dalla luce diretta del sole – che comunque in inverno si riduce molto – ma da quella artificiale – luci elettriche, televisione… Teme molto l’umidita’, nella stagione invernale va annaffiata ogni tre giorni, senza mai esagerare in quantita’; anche in estate non occorre abbondare con le annaffiature. Concimatela con regolarita’ con un composto a base di potassio e fosforo, soprattutto in autunno/inverno. La Stella di Natale e’ esigente anche per quanto riguarda la temperatura, infatti predilige temperature tra i 14 e i 22°.

Terminata la fioritura la pianta perdera’ parte delle foglie. In primavera mettete la pianta all’esterno, preferibilmente in un luogo dove non riceve luce diretta; potatela bene e rinvasatela, utilizzando lo stesso vaso. Ricordate che all’interno del tronco e dei rami dell’Euphorbia c’e’ una sostanza lattiginosa, leggermente irritante per la cute, che fuoriesce non appena la si recide; potete fermare l’”emorragia” coprendo il taglio con poco terriccio. Se la pianta cresce eccessivamente, potete procedere con altre potature successive ma non tagliate piu’ rami dopo agosto perche’ da quel momento la pianta si deve preparare per la successiva fioritura. Concimate anche nel periodo estivo.

Intorno alla meta’ di settembre riportatela in casa, lasciandola in un luogo abbastanza luminoso e con una temepratura non inferiore ai 14°. Seguendo queste indicazioni la vostra Stella di Natale dovrebbe tornare a regalarvi i suoi splendidi colori giusto in tempo per le feste.

Condividi questo articolo