Associazione Uomini Casalinghi – Finalità

Per un Uomo più responsabile in una prospettiva di società Migliore.

Per un uomo più responsabile in una prospettiva di società migliore.

  • Abbandonare il modello di maschio guerriero, carico di responsabilità e schiacciato dalla razionalità, e riscoprire la cura di sé, del proprio corpo e delle relazioni sociali dedicandosi alle attività casalinghe.
  • Il modello di maschio che promuoviamo è quello del bravo casalingo, che si dedica alle attività domestiche e a qualche lavoretto che gli consenta di coltivare i suoi interessi; un maschio che abbandoni l'idea del guerriero e coltivi la sfera della cura, dei sentimenti, delle relazioni sociali.Un'associazione che promuova in modo pratico questo pensiero e raccolga al suo interno maschi che scelgano di praticare le faccende domestiche non come supporto alla donna ma come vera e propria responsabilità.

    L'idea guida è sempre quella di favorire le donne e di superare l'individualismo e l'antagonismo della società patriarcale, invitando i maschi ad occuparsi piuttosto della cura di persone, ambienti e relazioni. Il tutto attuato non con spirito di militanza né di missione ma come contributo per ricostruire una società migliore.

    Il maschio che aderisce all'associazione ha desiderio di riscoprire il valore delle faccende domestiche e soprattutto non ritiene tale lavoro in nessun modo svilente né contrario a quella che è sempre stata considerata la “virilità” maschile. Un maschio che non si vergogna dell'attributo di casalingo né in senso concettuale né pratico né giuridico come professione da dichiarare sulla carta d'identità. Desidera ottenere gli stessi riconoscimenti pensionistici delle donne casalinghe, favorisce e sostiene l'espletamento di ruoli sociali da parte delle donne, sottraendosi al mito patriarcale della corsa al successo in campo lavorativo e sociale. Un maschio cioè tenero e tranquillo capace di dialogare con le donne in un'ottica di ascolto reciproco.

Condividi questo articolo