STATUTO

Costituzione di associazione senza scopo di lucro.

L'anno 2003 il giorno 15 del mese di gennaio alle ore 16.00 tra le parti;

- BRESCIANI  FIORENZO nato a Pietrasanta (LU) il 06.08.1952 ed ivi residente in Seravezza Via Degli Ulivi 31, codicefiscale       BRSFNZ52M06G628N;

- TERIGI  DANIELA nata In Uruguay il 28.1O.1959 E residente a Pietrasanta  (LU). Via Crociale 104, codice fiscale TRGDNL59RG8Z613B;

SI CONVIENE quanto segue:

 1) I signori Bresciani Fiorenzo, Terigi Daniela, dichiarano di costituire,  con il presente atto costituiscono, un' Associazione socio – culturale denominata

ASSOCIAZIONE ITALIANA UOMINI CASALINGHI

MOVIMENTO UOMINI CASALINGHI.

l'Associazione ha finalità culturali, non ha scopo di lucro, ha carattere volontario, ed è organizzata secondo criteri di democraticità, mirando a perseguire i propri obbiettivi nel rispetto delle libertà individuali.

2) L' Associazione ha sede principale nel Comune di Pietrasanta -  55045   Lucca,  con sedi locali tanto in Italia che all'estero, dovunque verranno deliberate dal Coniglio Direttivo,

3) La durata dell'Associazione è illimitata.

4) L'associazione ha lo scopo:

- di promuovere la figura del maschio casalingo affinche tutti i maschi, nessuno escluso, facciano o siano casalinghi, ispirandosi a principi pacifisti e di non violenza ludica.

- di perseguire esclusivamente finalità di solidarieta sociale nel campo della promozione della cultura e dell'arte: Di ricostruire le società prima del patriarcato, chiamato gilaniche o matrilineari, non matriarcali, perche in tale concetto è insito il potere della madre, mentre l'Associazione si propone di valutare l'autorevolezza della figura femminile; di ricostruire scuole permanenti dove si uniscono i saperi delle donne con lo studio e le produzioni domestiche e artistiche in un continum ludico. Per il raggiungimento delle suddette finalità, l'Associazione può avvalersi della collaborazione degli organismi nazionali culturali e di solidarietà sociale,

5)In deroga alle norme statutarie i soci fondatori nominano il consiglio direttiivo nelle persone dei Signori:

- Bresciani Fiorenzo, Presidente;

- Terigi Daniela, Tesoriera / Segretario .

Il consiglio direttivo così composto rimarrà in carica per tutta la durata dell'Associazione. I soci sopra indicati dichiarano di accettare le cariche loro conferite.

6) l'adesione all' associazione è a tempo indeterminato ed è esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa.Gli associati si dividono in due categorie:

- Ordinari

- Onorari

Ai soci che si distinguono per particolari contributi economie(a partire da euro 516,46) e di altra natura può essere conferita dal Consiglio Direttivo la Qualifica di benemeriti. Rivestono la qualità di associati fondatori le persone fisiche e giuridiche che hanno partecipato alla costituzione dell'Associazione e tutti coloro cho saranno ammessi successivamente con tale qualifica dal Consiglio direttivo. Rivestono la qualità di associati ordinari le persone fisiche o giuridiche che, accettando le finalità dello statuto ne hanno sostenuto l'attività e la sua valorizzazione. Chi intende divenire associato ordinario deve presentare domanda al Consiglio Direttivo, il quale delibera sull'accoglimento della stessa, con obbligo di motivazione in caso di rifiuto. Gli associati ordinari sono tenuti al pagamento della quota associativa annuale L'ammontare della quota associativa annuale per il primo anno sociale o di euro 1O (dieci), l'anno successivo sarà determinata dal Consiglio Direttivo o rimane ferma anche per gli anni successivi, fino a diversa deliberazione. la quota associativa è intrasmissibile, ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte e non è rivalutabile. II Consiglio Direttivo delibera altresì, con decisione motivata, sull'esclusione degli associati, che potrà avvenire per perdita dei requisiti di ammissione o per gravi inadempienze o, nel solo caso degli Associali ordinari, per mancato pagamento della quota associativa annuale.

7)Il Presidente rappresenta l'Associazione di  fronte ai terzi ed in giudizio e viene autorizzo a compiere tutte le pratiche necessarie per il conseguimento da parte dell'associazione della personalità giuridica. Il Presidente ha la responsabilità generale dell'attività sociale.Al Presidente spetta la firma degli atti sociali che impegnano l'Associazione nei riguardi sia degli associati che dei terzi.  Il Presidente sovraintende all'attuazione delle deliberazioni del Consiglio Direttivo ed alla  corretta esecuzione dei regolamenti emanati dal medesimo Consiglio. IL Presidente dura in carica fino a dimissioni o a revoca, Che potrà essere esercitata dopo i  primi tre anni dalla nomina.

8) L'associazione è regolata secondo il presente atto costitutivo, nonché dallo statuto sociale, composto da numero 14 articoli, che va a fare parte integrante del presente atto, al quale si allega.

9) II presente atto potrà essere sottoposto a registrazione ed in tale caso le spese relative saranno a carico dell'associazione.

                                                     STATUTO

dell' associazione socio-culturale Associazione italiana Uomini Casalinghi e Movimento Uomini Casalinghi.

ART.1)   COSTITUZIONE

E' costituita l' associazione socio-culturale denominata Associazione Italiana Uomini Casalinghi e Movimento Uomini Casalinghi.

ART. 2)    SEDE

L'associazione ha sede nel Comune di Pietrasanta 55045 frazione Crociale, Via Crociale n. 104 Lucca

ART. 3)    SCOPO ED OGGETTO SOCIALE

L'associazione non ha scopo di lucro, essa è apolitica, apartitica, ed aconfessionale. La sua struttura è fondata sui principi che regolano la cultura e la solidarietà in tutte le suo forme e le sue manifestazioni ed è formata da uomini e donne, ragazzi o ragazze che tramite opera di volontaria partecipazione possono assumere impegni per il raggiungimemo degli scopi sociali. L'associazione ha lo scopo di promuovere la figura del maschio casalingo affinche tutti maschi, nessuno escluso, facciano o siano casalinghi, ispirandosi a principi pacifisti e di non violenza ludica o di perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale nel campo della promozione della cultura e dell'arte. L'Associazione opera al fine di ricostruire le società prima del patriarcato, chiamate gilaniche o matrilineari, non matriarcali, perchè in lale concetto e insito il potere della madre, mentre l'associazione si propone di valutare l'autorevolezza della figura femmminile. L'associazione cerca di ricostruire scuole permanenti dove si uniscono i saperi delle donne con lo studio e le produzioni domestiche e artistiche in un continum ludico Per il raggiungimento delle suddette finalità. L'associazione può avvalersi della collaborazione degli organismi nazionali culturali e di solidarietà sociale. L'Associazione potrà compiere qualsiasi operazionne ritenuta utile e necessaria per il conseguimento dello scopo sociale, comprese le compra vendite e le permute di beni mobili, mobili registrati ed immobili, la stipula di mutui con Enti Finanziari, Banche ed istituti di Credito in genere, la concessione di pegno od ipoteca ed altre garanzie reali relativamente ai beni sociali, e la concessione di garanzie fidejussorie. I conatti con altri organismi associativi culturali e di volontariato aventi oggetto simile od affine saranno tenuti dagli organi rappresentativi i quali agiranno nel puro interesse dell'associazione, senza scopi di carattere personale, nel quadro più complessivo della diffusione e della propaganda delle attività sociali. L'associazione potrà ricevere contributi e sponsorizzazioni e potrà effettuare operazioni pubblicitarie. L'associazione, nello svolgimento della propria attività, si avvarrà del regimo speciale previsto dalla Legge 398/91 nonché di quanto contenuto nell'articolo 25 della legge 133/99 e successive modifiche ed integrazioni.

ART.4)   ASSOCIATI

l' adesione all'Associazione e a tempo indeterminato ed e esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa. Gli associati si dividono in due categorie:

- Ordinari

- Onorari

Ai soci che si distinguono per particolari contributi economici (a partire da euro 516,46) e di altra natura può essere conferita dal Consiglio Direttivo la qualifica di benemeriti. Rivestono la qualità di associati fondatori le persone fisiche e giuridiche che hanno partecipato alla costituzione dell'Associazione e tutti coloro che saranno ammessi successivamente con tale qualifica dal Consiglio Direttivo. Rivestono la  qualità di associati ordinari le persone fisiche e giuridiche che, accettando le finalità dello statuto ne hanno sostenuto l'attività e la sua valorizzazione Chi intende divenire associato ordinano dove presentare  domanda al Consiglio Direttivo, il quale delibera sull' accoglimento della stessa, con obbligo di motivazione in caso di rifiuto. Gli associati ordinari sono tenuti al pagamento della quota associativa annuale.  L'ammontare della quota aasociativa annuale per il primo anno sociale o di euro 10 (dieci), l'anno  successivo sarà determinata dal Consiglio Direttivo e rimane ferma anche per gli anni successivi, fino a diversa deliberazione. La quota associativa e intrasmissibile, ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte e non è rivalutabile. Il Consiglio Direttivo delibera altresi con decisione motivata, sull'esclusione degli associati, che potrà avvenire per perdita dei requisiti di ammissione o per gravi inadempienze o, nel solo caso degli associati ordinari, per mancato pagamento della quota associativa annuale.

ABT.5)    DURATA

La durata dell'associazione è illimitata.

ART.6)      ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE

Gli organi dell'Associazione sono:

- L'Assemblea

- Il Consiglio Direttivo

- Il Presidente

ART.7)   L'ASSEMBLEA

L'Assemblea è l'organo sovrano dell'Associazione e delibera in ordine a:

- nomina del Consiglio Direttivo e del Presidente e revoca degli stessi, ai sensi del successivi articoli 8 e 9

- approvazione dei bilanci economici o finanziari preventivi o consuntivi;

- approvazione dei regolamenti dell'Associazione;

- modifica dello statuto;

- scioglimento dell'associazionc ed individuazione della destinazione del patrimonio residuo, fermo restando quanto previsto dall'articolo 13) dei presente statuto. Hanno diritto di partecipare all'Assemblea tutti gli associati ordinari, nonché tutti gli associati ordinari, iscritti alla data di convocazione, in regola con il versamento della quota associativa annuale. L'Assemblea viene convocata almeno una volta l'anno per l'approvazione del bilancio consuntivo e del bilancio preventivo, i quali dovranno rimanere depositati presso la sede legale nei quindici giorni antecedenti la riunione, con diritto degli associati di prenderne visione. L'Assemblea e inoltre convocata ogni qualvolta il Consiglio Direttivo lo ritenga necessario o su richiesta motivata di almeno un decimo degli associati. Gli associati sono convocati con circolare a domicilio contenente l'indicazione del luogo, giorno ed ora dell'Assemblea, nonché dell'ordine del giorno l'avviso di convocazione viene altresi esposto nella sede nazionale e nelle eventuali sedi locali dell'Associazione almeno 1O (dieci) giorni prima della data fissata per l' Assemblea.

L'Assemblea è regolarmente costituita, in prima convocazione, con la presenta di almeno la metà degli associati e le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti. L'Assemblea e regolarmente costituita, in seconda convocazione, quale che sia il numero degli associata intervenuti e delibera a maggioranza dei presenti: Ogni associato ha diritto ad un solo voto e può farsi rappresentare da altro associato. Nessun associato può essere portatore di oltre tre deleghe.  L'Assemblea e preceduta dal Presidente o, in caso di sua assenza o impedimento, da persona designata dai soci ordinari presenti. Il Presidente designa il Segretario dell'Assemblea. Il verbale delle riunioni dell'Assemblea è sottoscritto dal Presidente e dal Segretario. Gli associati hanno diritto di ottenere copia dei verbali delle riunioni assembleari nonché dei bilanci approvati.

ART:8)  IL CONSIGLIO DIRETTIVO

IL Consiglio Direttivo e eletto liberamente dall'Assemblea degli associati. Si compone del Presidente che è anche Presidente dell'Associazione e nomina nel proprio seno un tesoriere e segretario. I componenti del Consiglio Direttivo durano in carica fino a dimissioni o a revoca, che potrà' essere esercitata dopo i primi tre anni dalla nomina, con contestuale elezione del nuovo Consiglio Direttivo.Il consiglio direttivo stabilisce la politica associativa e le finalità da raggiungere in ciascun anno, redige il bilancio economico e finanziario preventivo o consuntivo da presentare all'Assemblea, nonché le direttive di attuazione delle decisioni, il consigliere che mancherà tre riunioni consecutive del Consiglio Direttivo senza una motivazione scritta perderà la carica di consigliere. Il Consiglio Direttivo delibera, inoltre, in ordine alle domande di ammissione di nuovi associati od in ordine all'esclusione degli stessi.

Il Consiglio Direttivo si riunisce presso la sede nazionale dell'Associazione, ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario o quando lo richiedano la metà degli associati ordinari. Le riunioni sono convocate dal Presidente anche verbalmente e sono presiedute dallo stesso. Le sedute sono valide quale che sia il numero dei membri presenti. Le deliberazioni sono validamente adottate con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. Il processo verbale delle sedute è sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.

ART:9)   IL PRESIDENTE

Il presidente rappresenta l'Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio. Il presidente ha la responsabilità generale dell'attività sociale. Al presidente spetta la firma degli atti sociali che impegnano l'associazionenei riguardi sia degli associati che dei terzi. Il presidente sovraintende all'attuazione delle deliberazioni del Consiglio Direttivo ed alla corretta esecuzione dei regolamenti emanati dal medesimo Consiglio. Il presidente dura in carica fino a dimissioni o a revoca, che potrà essere esercitata dopo i primi tre anni dalla nomina.

ART.10)    ENTRATE DELL'ASSOCIAZIONE

Le entrate dell'associazione sono costituite:

a) dalle quote associative da corrispondere all'atto della iscrizione o del rinnovo dell'adesione,nella misura stabilita annualmente dal Consiglio Direttivo, a seconda della categoria degli associati; sono esenti dal versamento della quota gli associati onorari;

b) dai contributi cocessi dagli enti aderenti;

c) dai contributi cocessi da enti pubblici o privati;

d) da lasciti, eredità e donazioni;

e) da proventi che derivino da sponsorizzazioni di iniziative e da servizi, di qualsiasi natura, resi a terzi;

f) proventi da attiviti promozionali, propagandistiche, pubblicitarie.

ART.11)  INCARICHI ASSOCIATIVI

Gli incarichi associativi sono svolti a titolo gratuito, salvo il rimborso delle specie sostenute.

ART.12)  BILANCIO ED ESERCIZI SOCIALI

L& apos;Associazione annualmente redige il bilancio economico e finanziario consuntivo o preventivo, con criteri di oculata prudenza e nel rispetto dei principi di efficienza e di trasparenza. L' esercizio inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.

ART.13)  DIVIETO DI DISTRUBUZIONI UTILI, FONDI E RISERVE

L'associazione non può distribuire, anche in modo indiretto, utili ed avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre ONLUS che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima ed unitaria struttura. L'associazione ha l'obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione por la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

ART.14)  SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE

In caso di scioglimento il Consiglio Direttivo designerà uno o più liquidatori determinandono i poteri ed il relativo compenso.L'associazione ha l'oboligo di devolvere il suo patrimonio ad altre ONLUS o a fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'art. 3, comma 190, della Legge 23 dicembre 1996 n. 662, salvo divensa destinazione imposta dalla legge.

AGENZIA DELLE ENTRATE& lt;/P>

UFFICIO COMUNALE DI PIETRASANTA

Eseguita registro 83 3

IN DATA 30/01/03

129,11

Condividi questo articolo