Due cuori e una lavatrice

Si dice sempre che i panni sporchi si lavano in famiglia, sì, ma poi in famiglia chi li lava?
Più della metà dei maschi italiani non cucina e non sa cucinare, non apparecchia, né sparecchia, la maggior parte non lava, né stira, almeno nel menàge di coppia, se single, ovviamente, si fa di necessità virtù. In ogni caso, a svolgere le incombenze quotidiane in famiglia sono quasi esclusivamente le donne che dedicano il 200% del tempo in più rispetto ai compagni.

Una tendenza che ci vede ultimi in Europa, dopo la Spagna. A parità di carico esterno, quindi idi impegno lavorativo, è la donna a svolgere i tre quarti dei lavori domestici. Tra i lavori svolti dagli uomini ci sono soprattutto la cura dei figli, la spesa e anche il bucato.
A proposito di “bucato” è nata una community internazionale che conta più di 3000 iscritti: il club Washing Machine Collectors
I membri si incontrano di persona, alcune volte l’anno. Per la riunione annuale alcuni membri arrivano da molto lontano, anche dal Madagascar e dall’Australia.
Il fondatore del Club, John Charles, spiega che ogni membro ha un momento preferito del lavaggio. Ci sono i tipi da centrifuga e quelli da risciacquo.

Diciamolo però, ok dividersi i compiti in casa, tra i nostri ascoltatori abbiamo scoperto che gli uomini sono molto collaborativi, fanno la spesa, apparecchiano, sparecchiano, caricano la lavastoviglie e la lavatrice, imbiancano, si occupano della spazzatura e altre faccende. Si occupano anche dei figli, portandoli e riprendendoli dai vari impegni. Siete meravigliosi. Ma se iniziate a parlare di candeggina e di che ammorbidente usate per il lavaggio, non so l’ormone se regge! Sicuramente, fa onore agli uomini italiani lavorare felicemente a casa se la loro metà ha un lavoro.

Pensate che in Italia esiste anche l’Associazione Uomini Casalinghi(uominicasalinghi.it).
Nata nel 2003, è diventata un punto di riferimento nazionale per chiunque abbia deciso di abbandonare giacca e cravatta e indossare grembiule e guanti. L’associazione conta oltre 6000 iscritti. Ma secondo i dati Inail gli italiani che svolgerebbero lavori domestici sarebbero molti di più: ben 22.600.

Quindi, un applauso agli uomini italiani e in particolare agli ascoltatori di R101 che ne escono con la coscienza pulita, anzi candeggiata.
 
Isabella Eleodori

Fonte: www.r101.it/news/due-cuori-e-una-lavatrice_635.shtml

Condividi questo articolo