Gli uomini che si dedicano alle faccende domestiche? Gli amanti migliori, lo dice uno studio

Quando gli mettete in mano il bucato da lavare storce il naso o, peggio, cerca un approccio sessuale? Mettetegli sotto il naso (storto) i risultati di questo studio, condotto da alcuni ricercatori dell’Università di Alberta e pubblicato sul Journal of Family Psychology. Titolo: Eviti i piatti da lavare? Non così in fretta: sex and housekeeping revisited. Secondo lo studio la correlazione tra sesso e faccende domestiche è chiara: dividersi le incombenze domestiche racchiude un significato speciale: significa che c’è un forte rispetto reciproco e di conseguenza un’intesa più salda, che si tradurrebbe in performance sessuali migliori. Per giungere a questa conclusione, gli scienziati hanno osservato per cinque anni più di 1330 coppie, seguendo due criteri principali: la partecipazione dell’uomo ai lavori domestici e come ciascuno, all’interno della coppia, considera il proprio contributo e quello dell’altro. Insomma, l’epoca degli uomini casalinghi (la foto qui sopra è della loro Associazione) è anche un’epoca di grande passione. Basta convincerlo.

Unico rischio? Che ribatta con un’altra ricerca di qualche tempo fa pubblicata dall’ASA (American Sociological Review) e intitolata “Egalitarianism, Housework, and Sexual Frequency in Marriage“ secondo cui gli uomini che svolgono con più frequenza le faccende di casa avrebbero una vita sessuale meno attiva rispetto a coloro che tendono a svolgere compiti prevalentemente maschili. Insomma, secondo questa teoria una netta divisione dei ruoli pagherebbe di più in termini di soddisfazione sessuale. Ma, affrettatevi a ribattere: questo è uno studio più vecchio!.

Fonte: www.oggi.it/benessere/news/2016/03/02/gli-uomini-che-si-dedicano-alle-faccende-domestiche-gli-amanti-migliori-lo-dice-uno-studio/

02 marzo 2016

Condividi questo articolo