Top manager ai corsi …di pulizie

In cattedra le casalinghe

Come si può essere bravi manager di aziende di largo consumo se poi non si conoscono i segreti dei prodotti che si commercializzano? Una domanda alla quale la Spontex Italia ha deciso di rispondere con i fatti, riportando i grandi dirigenti sui banchi di scuola. Le materie? “Stirologia”, “bucatologia”, “spolverologia“. Insomma tutto quello che serve per imparare la difficile arte dei mestieri domestici: stirare, fare il bucato, spolverare e stilare la lista della spesa.

In cattedra vere casalinghe, psicologi ed esperti di lavatrici e panni spugna. E’ quanto accade a Forte Village Resort di S.Margherita di Pula (Cagliari) nel corso del “Master Spontex in home management” ideato da Media Hook per la Spontex che si svolge all’interno della convention della Acnielsen.

“I manager delle aziende del largo consumo hanno bisogno di conoscere da vicino il mondo delle casalinghe e delle responsabili d’acquisto – spiega in una nota Riccardo Bianco, direttore generale di Spontex Italia e promotore dell’iniziativa – per questo abbiamo voluto organizzare questa full immersion solo per loro. Insomma, non solo tavole rotonde e ricerche di mercato ma anche un po’ di sana immedesimazione con la vita quotidiana delle famiglie italiane”.

Le materie di studio: Stirologia ed epistemologia del bucato per cavarsela tra lavatrici e ferri da stiro, Fenomenologia della Responsabile d’Acquisto, per conoscere da vicino le abitudini della casalinga, Home Fitness per imparare a tenersi in forma fra pavimenti da pulire e piatti da lavare e, infine, Eros e Pulizie, ovvero come trasformare le incombenze domestiche in un’occasione per riacendere la passione di coppia.

I docenti sono tutti veri esperti di faccende domestiche: la presidentessa del Movimento Italiano Casalinghe (Moica), Tina Leonzi, il presidente dell’Associazione Uomini casalinghi (Asuc), Fiorenzo Bresciani, la psicologa Monica Zentellini. A tutti i manager partecipanti al Master verra’ consegnato un diploma in faccende domestiche.

Fonte: tgcom24.mediaset.it/tgfin/articoli/articolo257001.shtml

Condividi questo articolo