Focaccia all’uva: la ricetta con la pasta madre

focaccia uva

La focaccia all’uva è nota anche come ciaccia all’uva o schiacciata all‘uva. La ricetta classica prevede lievito di birra, zucchero bianco e farina di grano tenero 00. Noi abbiamo modificato la ricetta scegliendo la lievitazione naturale con la pasta madre e ingredienti il meno possibile raffinati. 

Otterrete una focaccia all’uva che potrete gustare a merenda o a colazione.

Ecco tutti gli ingredienti e il procedimento.

Per il rinfresco:

120 gr di pasta madre solida
100 gr di farina di farro
70 ml circa di acqua tiepida

Per la base della focaccia:

500 gr di farina di farro
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di sale marino integrale o sale rosa dell’Himalaya
Acqua

Per la farcitura all’uva:

1 grappolo di uva nera o uva fragola
2 cucchiai di sciroppo d’acero, di riso o di agave

Preparazione

1) Rinfrescate la pasta madre. Estraetela dal contenitore di conservazione e trasferitela in una ciotola. Versate circa mezzo bicchiere di acqua tiepida e lavoratela con le dita o con un cucchiaio fino a discioglierla. Unite a poco a poco la farina e iniziate ad impastare fino a riportare la pasta madre alla consistenza iniziale. Suddividetela in due parti uguali e riponetene una in frigorifero nel contenitore di partenza. Lasciate la parte restante di pasta madre, che sarà il lievito per la vostra focaccia, nella ciotola e fate trascorrere mezz’ora prima di iniziare l’impasto.

2) Per l’impasto servitevi di una ciotola capiente. Poco alla volta unite la farina, un pizzico di sale integrale o sale rosa dell’Himalaya, olio extravergine d’oliva e acqua quanto basta ad ottenere un impasto morbido, facilmente lavorabile e non appiccicoso, tipico della focaccia. Impastate energicamente con le mani e lasciate lievitare in una ciotola ricoperta da un panno di cotone e al riparo da sbalzi di temperatura fino al raddoppio del volume. Potete usare il trucco della pallina di impasto in un bicchiere d’acqua: quando sarà venuta a galla ecco l’indicazione che la lievitazione è terminata (o quasi). Calcolate un riposo lungo, anche di 6-8 ore trattandosi di lievitazione naturale.

3) Dopo la lievitazione, dividete l’impasto in due parti uguali. Oliate il fondo di una teglia rotonda da pizza e stendete con le dita la prima parte dell’impasto. Posizionate gli acini d’uva dopo averli lavati e asciugati. Se si tratta di acini grandi, prima divideteli a metà e se volete eliminate i semini. Cospargete con un cucchiaio del dolcificante naturale prescelto. Per comodità stendete l’altra metà dell’impasto in una seconda teglia tonda delle stesse dimensioni della prima. Infarinate il fondo, disponete l’impasto fino a creare un disco, sollevatelo delicatamente e posizionatelo sulla focaccia con l’uva. Unite bene i bordi e distribuite altri acini d’uva e un cucchiaio del dolcificante naturale prescelto sulla focaccia.

4) Se volete, potete addolcire l’impasto aggiungendo un po’ del dolcificante prescelto agli ingredienti, insieme alla farina, durante la preparazione. Quando avrete ultimato la preparazione della focaccia, la potrete cuocere in forno a 180 gradi per circa 35 minuti, fino a doratura.

Marta Albè
(Testi e foto)

Fonte: greenme.it

Condividi questo articolo