Ricette Vegetariane

Melanzane Se cucinate in modo leggero, le melanzane hanno un’azione depurativa grazie al contenuto di sostanze amare che stimolano la bile e abbassano il colesterolo nel sangue. Contengono anche elevate quantità di magnesio e zinco che favoriscono il buon funzionamento dell’apparato digerente, stimolando così ulteriormente l’eliminazione delle tossine.

Melanzane ripiene con quinoa al pomodoro e olive

Tempi di preparazione: 20′

Tempi di cottura: 35′

Difficoltà facile

Vegetariano, senza latticini e glutine

Per 4 persone

200 g di quinoa, 6 pomodori, 4 melanzane lunghe (preferibilmente tipo black beauty), 80 g di olive verdi, 60 g di farina di mandorle, 1 spicchio d’aglio, olio e. v. d’oliva, sale

1 Dividete a metà per il lungo le melanzane private dei piccioli e con un coltello scavate la polpa lasciando mezzo centimetro di polpa attaccata alla buccia. Salatete e sistematele a colare capovolte in un vassoio. Tritate la polpa ricavata grossolanamente.

2 Rosolate l’aglio tritato in padella con 2-3 cucchiai d’olio, aggiungete la polpa di melanzana, salate e fatela trifolare per 10 minuti scarsi a fuoco basso.

3 Sciacquate con cura la quinoa (per eliminare le tracce di saponina eventualmente rimaste), trasferitela in una pentola e copritela con 450 ml d’acqua. Portate a ebollizione, salate leggermente e proseguite per 12-15 minuti a calore basso, coprendo solo parzialmente con un coperchio.

4 Eliminate i semi dai pomodori e tagliateli a cubetti. Poi sminuzzate le olive.

5 Mescolate in una ciotola la quinoa intiepidita alle melanzane trifolate, alle olive, ai pomodori e alla farina di mandorle.

6 Farcite col composto le “barchette” di melanzana asciugate con carta da cucina, poi disponetele in una pirofila ricoperta con carta da forno, conditele con un filo d’olio e infornate a 180 gradi per una ventina di minuti.

Peperonata ai capperi con pane croccante

Tempi di preparazione: 25′
Tempi di cottura: 35′
Difficoltà: facile
Vegetariano, senza latticini

Per 4 persone
4 fettine di pane casereccio, 2 peperoni gialli (preferibilmente tipo carnoso di Cuneo), 400 g di fagiolini, 400 g di pomodorini, 80 g di olive nere morbide, 2 cipolle rosse, 1 cucchiaio abbondante di capperi, 1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone, olio e. v. d’oliva, sale, origano secco

1 Rosolate le cipolle tritate grossolanamente in una casseruola con 2-3 cucchiai d’olio a calore basso per 10 minuti circa. Aggiungete i peperoni ridotti in dadini, mettete il coperchio e proseguite per una decina di minuti. A questo punto unite anche le olive sminuzzate, i capperi dissalati e lasciate insaporire per 5 minuti.

2 Spuntate i fagiolini, cuoceteli a vapore o lessateli per 5 minuti. Una volta tiepidi, tagliateli a pezzetti come i peperoni.
3 Tagliate i pomodorini a spicchi e conditeli con poco sale e con la scorza di limone, quindi mescolateli insieme ai fagiolini ai peperoni, aumentate la fiamma e levate dal fuoco dopo pochi minuti. Lasciate riposare gli ortaggi coperti per 10 minuti.
4 Dividete il pane in cubetti e tostatelo a 190 gradi per 5-10 minuti: deve risultate dorato e croccante. Aggiungetelo alla peperonata solo un attimo prima di servirla, completate con una spolverata d’origano e con un filo d’olio.

Meloni ripieni di crema alla menta e pistacchi

Tempi di preparazione: 20′

Tempi di cottura: 5′

Difficoltà: facile

Vegetariano, senza latticini

Per 4 persone

500 ml di latte di mandorle non zuccherato, 2 piccoli meloni, 50 g di pistacchi non salati, 50 g di maizena, 3-4 cucchiai di malto (preferibilmente di riso), una ventina di foglie di menta, cannella in polvere

1 Riunite in un pentolino la menta e il latte di mandorle, portate quasi a ebollizione quindi levate dal fuoco e lasciate in infusione.

2 Setacciate la maizena e in un pentolino dal fondo pesante versate gradualmente il latte intiepidito e filtrato mescolando con una frusta. Se si formano grumi frullate brevemente con un frullatore a immersione.

3 Mettete su fuoco basso il composto, aggiungete il malto e portate dolcemente a ebollizione, mescolando sempre sia con la frusta che col cucchiaio. Lasciate raffreddare.

4 Dividete a metà i meloni ben lavati, eliminate i semi e aiutandovi con un coltello e un cucchiaio svuotateli dalla polpa, quindi capovolgete le calotte in un vassoio. Riducete in dadini la polpa e conditela solo con un pizzico di cannella.

5 Frullate finemente i pistacchi, poi mescolatene 40 g alla crema e con questa farcite le “coppette” di melone. Spolveratele coi restanti pistacchi e sistemate i tocchetti alla cannella in parte sulla superficie dei meloni farciti e in parte nei piattini.

UN TRIPUDIO DI FIORI

I fiori di zucca portano allegria e sapore ai piatti. Ecco una golosa carrellata di ricette vegetariane che li vedono protagonisti in stuzzicanti primi e secondi piatti ma anche antipasti e contorni

Fritto leggero di fiori

Tempi di preparazione: 10

Tempi di cottura: 15

Difficoltà: facile

Vegetariano, senza glutine e latticini

Per 4 persone

Una ventina di fiori di zucca, 100 g di maizena, 100 g di farina di riso, il succo di mezzo limone, acqua gassata, salsa di soia, olio di arachidi, sale

1 Rimuovete i calici alla base dei fiori di zucca, poi incideteli con un coltello aprendoli a ventaglio.

2 Mescolate rapidamente maizena e farina di riso in una ciotola con 300 ml circa d’acqua gassata molto fredda. Dovete ottenere un composto viscido e grumoso.

3 Tuffate i fiori nella pastella e friggete in abbondante olio per pochi minuti. Poi scolateli su carta da cucina e salateli.

4 Servite i fiori ancora caldissimi accompagnati da una ciotola contenente salsa di soia e acqua in pari quantità  più il succo di limone.

Ravioli di fiori di zucca

Tempi di preparazione: 50′

Tempi di cottura: 10′

Difficoltà: media

Vegetariano

Per 4 persone

300 g circa di burrata freschissima, 250 g di semola di grano duro, 2 uova e 1 tuorlo, una ventina di fiori di zucca, olio e. v. d’oliva, sale, pepe, curcuma

1 Sistemate la semola a fontana su una spianatoia, incorporate tutte le uova ed eventualmente una punta di cucchiaino di curcuma. Lavorate gli ingredienti fino a ottenere un impasto liscio ed elastico, quindi copritelo con un panno umido e lasciatelo riposare per mezz’ora.

2 Aprite la burrata e mettetela a sgocciolare in un colino a maglia fine posato su un contenitore per 25-30 minuti.

3 Mondate i fiori di zucca, divideteli in 4 parti e saltateli in padella per un minuto con un cucchiaio d’olio. Pepateli e salateli. Mescolate ai fiori ormai raffeddati le parti asciutte della burrata sminuzzata con un coltello.

4 Stendete la pasta a uno spessore di 2 mm e con uno stampo riducete la sfoglia in dischi del diametro di 7 cm. Posate al centro di ciascuno un paio di cucchiaiate di fiori di zucca e burrata, spennellate con acqua la superficie libera del disco e ricopritelo con un altro, quindi sigillate i bordi con cura.

5 Lessate i ravioli per pochi minuti in acqua salata, scolateli con una schiumarola direttamente nei piatti e serviteli irrorandoli col liquido della burrata. Completate il piatto con una macinata di pepe.a.

Millefoglie di fiori di zucca e ricotta al pepe rosa

Tempi di preparazione: 20

Tempi di cottura:180

Difficoltà: media

Vegetariano, senza glutine

Per 4 persone

300 g di ricotta di pecora, una ventina di fiori di zucca, 2 cucchiai rasi di grani di pepe rosa, la scorza grattugiata di 1 limone, olio e. v. d’oliva, sale; insalatina per decorare

1 Aprite i fiori di zucca, rimuovete il calice e il pistillo, lavateli e asciugateli con cura.

2 Ungete leggermente i fiori con l’olio e adagiateli in una teglia ricoperta con carta da forno, spolverateli con poco sale e ricopriteli prima con un foglio di carta da forno e poi con una griglia (o un’altra teglia). Quindi infornateli e passateli in forno a 80 gradi per circa 2 ore e mezza, finchè non saranno essiccati e croccanti. Lasciateli raffreddare in un ambiente asciutto.

3 Lavorate con la frusta la ricotta insieme al pepe rosa macinato, alla scorza grattugiata di limone e a un pizzico di sale, fino a ottenere una massa spumosa.

4 Montate la millefoglie alternando strati di fiori essiccati con cucchiaiate di ricotta. Completate con un filo d’olio e guarnite i piatti con qualche foglia di insalatina.

Scarpaccia toscana con fiori di zucchina

Tempi di preparazione: 20
Tempi di cottura: 20
Difficoltà: facile
Vegetariano

Per 4 persone

400 g di zucchine piccole con i fiori, 3 cipolline fresche, 2 uova, 60 g di parmigiano grattugiato, 4 cucchiai di farina, 1 spicchio d’aglio, latte, olio e. v. d’oliva, sale, pepe
1 Tagliate le zucchine e i fiori a fette sottili, salateli e lasciateli colare per una ventina di minuti in un colino o in un colapasta. Quindi sciacquateli per rimuovere il sale e asciugateli con carta da cucina.

2 Battete le uova insieme alla farina e a mezza tazza con metà acqua e metà  latte, ottenendo una pastella liscia.
3 Mescolate alla pastella le zucchine coi fiori, le cipolle affettate fini, 4 cucchiai di parmigiano grattugiato e l’aglio tritato, poi versate il tutto in una teglia oliata del diametro di 20 cm (lo spessore del tortino non deve superare il centimetro). Irrorate la superficie con un filo d¡¯olio e infornate a 220 g. per una ventina di minuti.
4 Cospargete la scarpaccia col restante parmigiano ridotto in scaglie e servitela subito.

ilMangiabio

Condividi questo articolo