Cosmetici più sicuri, Commissione UE limita uso di 3 conservanti

cosmetici

Limiti all’uso dei conservanti nei cosmetici. La Commissione Ue ha deciso di ridurre la concentrazione massima di  propilparabene e butilparabene che saranno vietati nei prodotti da non sciacquare destinati all’area del pannolino dei bambini di età inferiore ai 3 anni. Sarà vietata la miscela di methylchloroisothiazolinone e methylisothiazolinone nei prodotti da non sciacquare, come le creme per il corpo. Le norme si applicheranno ai prodotti immessi sul mercato dopo il 16 aprile 2015.

La decisione della Commissione giunge dopo una valutazione del Comitato scientifico della sicurezza dei consumatori (CSSC), un organo consultivo indipendente che ha effettuato un’attenta analisi dei rischi delle sostanze prima di raccomandarne la restrizione o il divieto.

Con le misure adottate la Commissione riduce la concentrazione massima di due conservanti, il propilparabene e il butilparabene, dal limite attualmente consentito dello 0,4% se usati individualmente e dello 0,8% se miscelati con altri esteri, allo 0,14% per l’uso sia individuale che miscelato. Saranno vietati dai prodotti da non sciacquare destinati all’area del pannolino dei bambini di età inferiore ai tre anni, in quanto la presenza di irritazione cutanea e l’occlusione possono permettere una maggiore penetrazione rispetto alla pelle integra. Inoltre la Commissione vieta la miscela di methylchloroisothiazolinone e methylisothiazolinone (MCI/MI) nei prodotti da non sciacquare, come le creme per il corpo. Tale misura è intesa a ridurre il rischio e l’incidenza delle allergie cutanee. Il conservante può ancora essere utilizzato nei prodotti da eliminare con il risciacquo, quali shampoo e gel doccia, in una concentrazione massima dello 0,0015% di una miscela, con un rapporto 3:1 di MCI/MI. Le nuove misure si applicherà ai prodotti immessi sul mercato dopo il 16 luglio 2015.

Quest’anno la Commissione ha vietato l’uso di altri 5 parabeni nei prodotti cosmetici: isopropilparabene, isobutilparabene, fenilparabene, benzilparabene e pentilparabene (regolamento UE n. 358/2014 della Commissione) a causa della mancanza dei dati necessari per una rivalutazione. I prodotti immessi sul mercato dopo il 30 ottobre 2014 dovranno essere privi di tali sostanze.

Il commissario europeo per la politica dei consumatori Neven Mimica ha dichiarato: “Abbiamo dimostrato una volta di più che la sicurezza dei consumatori è fondamentale in ogni decisione che prendiamo. I conservanti nei cosmetici svolgono una funzione preziosa, in quanto garantiscono che i prodotti che utilizziamo quotidianamente siano esenti da agenti patogeni. Dobbiamo tuttavia assicurarci che offrano il massimo grado di protezione. Con queste misure i consumatori possono essere certi che i cosmetici che usano sono sicuri.”

Condividi questo articolo