Olio di senape: proprietà e come utilizzarlo

L’olio di senape è un rimedio particolarmente caro alla medicina ayurvedica che lo utilizza in particolare per il suo potere riscaldante e stimolante. Massaggi effettuati con olio di senape sono consigliati alle persone che fanno parte del dosha Kapha in cui vi è tendenza al ristagno dei liquidi e alla formazione di muco.

Questo prodotto naturale ottenuto dai semi della senape si utilizza soprattutto per effettuare messaggi sul corpo ma anche sul cuoio capelluto e i capelli dato che è in grado di offrire numerosi vantaggi in questa zona del corpo così importante per la medicina tradizionale indiana.

Secondo l’Ayurveda, infatti, i capelli sono un sottoprodotto della formazione ossea da cui direttamente dipendono. Ecco perché alcune terapie di depurazione prevedono proprio l’applicazione di oli o di paste a base di erbe e miele sulla testa mentre contemporaneamente si effettua un massaggio sulla cute.

Proprietà dell’olio di senape

Per riequilibrare un Kapha viene spesso effettuato un massaggio a base di olio di senape o di sesamo, entrambi questi oli infatti stimolano la circolazione sanguigna e linfatica, hanno potere riscaldante e tonificano il corpo.

L’olio che si estrae dai semi di senape è ottimo anche per alleviare dolori muscolari e articolari o da utilizzare come antisettico naturale ad esempio in caso di raffreddore ed influenza (in questo caso il massaggio va effettuato sul petto).

Con l’utilizzo per via interna (attenzione che sia un prodotto di qualità, puro e spremuto a freddo), poi, si ottengono benefici a livello digestivo e di regolarità intestinale, dato che quest’olio aiuta la flora batterica intestinale e contrasta meteorismo e gas intestinali. Meglio però, prima di utilizzarlo, chiedere sempre il parere del proprio medico, e procedere a piccole dosi. Questo consiglio vale anche per l’utilizzo esterno, dato che in caso di pelli molto sensibili l’olio di senape può risultare mal tollerato e irritante.

I vantaggi che l’olio di senape offre ai capelli sono particolarmente interessanti:

- stimola la crescita (dato che aumenta la circolazione del sangue nel cuoio capelluto che viene rivitalizzato anche dalla grande quantità di vitamine e sali minerali che quest’olio contiene).

- previene la comparsa di capelli bianchi

- riduce la caduta dei capelli e previene la forfora

- nutre i capelli secchi e danneggiati

Come utilizzare l’olio di senape

Vi consigliamo di sperimentare l’utilizzo dell’olio di senape sui capelli. Quando sono asciutti prendete un piccolo quantitativo di olio e massaggiate delicatamente con i polpastrelli il cuoio capelluto e capelli per tutta la lunghezza a partire dalla radice e fino alla punta. Lasciare agire per 1 o 2 ore. Per aumentare l’effetto benefico dell’impacco si può tenere in posa tutta la notte mettendo un turbante in testa prima di andare a dormire. La mattina dopo si procederà a lavare i capelli con uno shampoo neutro. L’applicazione andrebbe ripetuta una volta a settimana.

Potete utilizzare l’olio di senape anche per fare massaggi in caso di tensioni dolorose a muscoli, articolazioni o se soffrite di nevralgia. Se però volete sperimentare un vero e proprio massaggio ayurvedico che sfrutta i benefici di questo olio, rivolgetevi ad un centro specializzato.

Francesca Biagioli

Fonte: greenme.it

Condividi questo articolo