Porro: proprietà e virtù dell’Allium porrum

Il porro (Allium porrum) è un ortaggio che si utilizza in maniera simile alla cipolla di cui ricorda anche il gusto. Le virtù di questo ortaggio sono note fin dall’antichità ed erano in particolare i romani ad apprezzarle ritenendo il porro utile a mantenere la salute di gola e corde vocali oltre che a conciliare il sonno e ad avere doti afrodisiache. Ma scopriamo meglio le sue caratteristiche…

Innanzitutto il porro è ricchissimo d’acqua (90%) e contiene buone quantità di sali minerali in particolare ferro, magnesio, calcio e potassio. Ottimo quindi per attivare le funzioni depurative dell’organismo agendo contemporaneamente da rimineralizzatore. Buona anche la presenza di vitamine, in particolare della Vitamina A ma anche C e K.

Data la presenza di fibre, il porro possiede doti dolcemente lassative ed è un vero e proprio alleato dell’intestino. Inoltre, poiché questo ortaggio è ipocalorico, il suo consumo è spesso consigliato a chi è a dieta.

Ecco un’utile tabella (tratta da Vitamineproteine.com) dove sono schematizzate le proprietà di questo ortaggio:

Per conservare al meglio le sue proprietà andrebbe consumato crudo, ad esempio in pinzimonio o sminuzzato all’interno di insalate o mix di verdure. Spesso invece si utilizza cotto per preparare risotti, vellutate, minestroni, tortini o frittate.

Personalmente utilizzo spesso i porri al posto della cipolla nei soffritti, per preparare la pasta col cavolo verde e la curcuma, e le vellutate unendoli insieme a patate, zucca o altre verdure.

Francesca

Fonte: greenme.it

Condividi questo articolo