Reflessologia: tecniche e applicazioni

rif plantare
La reflessologia o massaggio zonale si basa sul principio secondo cui agendo su determinate zone del piede – zone o punti riflessi – si ottiene una reazione nell’organo corrispondente. Il massaggio zonale non è una cura ma sicuramente aiuta l’organismo a ritrovare il proprio equilibrio psicofisico e ad affrontare al meglio disturbi o patologie che lo colpiscono.

Prendersi cura dei propri piedi è comunque una buona abitudine e anche quando si è perfettamente sani dedicare un po’ di tempo alle proprie estremità può aiutare ad allontanare stress e fatiche della giornata. 10 o 15 minuti al giorno di massaggio zonale sono sufficienti. Nel caso di qualche specifico disturbo è invece necessario “dedicarsi” almeno una mezz’ora di massaggio. Una seduta di reflessologia – praticata da un esperto di massaggio zonale – dura in genere 45 minuti e si inizia a beneficiare degli effetti positivi dopo 4 o 5 trattamenti.

Il trattamento comincia dopo aver rilassato mani e piedi – basta un semplice massaggio della pianta del piede e qualche esercizio per sciogliere le mani – A questo punto comincia il massaggio vero e proprio. Partendo dalla parte alta del piede sinistro, si scende verso il basso continuando a massaggiare tutta la pianta. Si ripete l’operazione una seconda volta, premendo maggiormente nelle zone relative all’organo “malato” – occorre premere 4 o 5 volte e poi passare ad un’altra zona – Terminato il massaggio del piede sinistro, si passa al destro ripetendo le stesse operazioni.

Le tecniche
PASSEGGIATA DEL DITO
Per questo tipo di messaggio si utilizza la punta dell’indice. Premendo leggermente lungo il piede e, aiutandosi col pollice che appoggia sul l’altro lato del piede, si flette la falange – occorre compiere un movimento ritmico, come se il dito stesse mordicchiando il piede – In questo modo si lavora su di una zona e si ripete per 4 o 5 volte, quindi si passa ad un’altra zona.

Meglio se, prima di cambiare punto riflesso, si massaggiano anche le zone circostanti – anche nel caso della passeggiata del pollice e della pressione con trazione -
PRESSIONE CON TRAZIONE
Utilizzando il pollice, si preme sulla zona prescelta poi si sposta il dito di lato ma senza sollevarlo e mantenendo la pressione. In questo modo il pollice non si sposta e la zona subisce una leggera trazione. Anche in questo caso occorre ripetere l’operazione 4 o 5 volte su ogni singolo punto. Solitamente questa tecnica viene utilizzata quando si deve lavorare su una singola zona riflessa.

ROTAZIONE SU UN PUNTO
Tenendo con una mano le dita del piede, premete col pollice dell’altra sul punto riflesso, appoggiando le altre dita sul lato del piede non interessato dal massaggio. Mentre si esercita la pressione con il pollice, ruotare il piede tirandolo verso il basso.

PASSEGGIATA DEL POLLICE
Per questo massaggio si utilizza la parte esterna o la punta del pollice. Il dito si muove esattamente come l’indice nella “passeggiata del dito”, flettendo ritmicamente solo l’ultima falange. Per far si’ che la pressione risulti costante, le altre dita della mano che sta operando devono appoggiare sul dorso del piede. La pressione deve essere dolce. Si ripete l’operazione 4 o 5 volte sul punto prescelto.

QUALCHE APPLICAZIONE

Nelle descrizioni seguenti i punti riflessi da massaggiare sono indicati col nome dell’organo corrispondente (vedere mappa del piede)

Asma
Per questo tipo di problema si può intervenire sui punti riflessi:
polmoni e plesso solare – passeggiata del pollice -

Calcoli biliari
Nel caso di disturbi alla cistifellea si può intervenire massaggiando i punti riflessi:
plesso solare – passeggiata del pollice – diaframma (appena sotto il punto riflesso del plesso solare) – passeggiata del pollice, rotazione su un punto – tiroide – passeggiata del dito, passeggiata del pollice – vertebre dorsali – passeggiata del pollice, rotazione su un punto – fegato – passeggiata del pollice – cistifellea – rotazione su un punto –

Calcoli renali
Occorre intervenire sui punti riflessi:
rene, vescica, diaframma – rotazione su un punto, passeggiata del pollice – uretere – passeggiata del pollice -

Cardiopatie
Per un muscolo cardiaco ben tonificato ma anche rilassato, si possono massaggiare – su entrambi i piedi – i punti riflessi:
cuore, colon – passeggiata del pollice – ipofisi – pressione con trazione –

Cataratta
Lavorare sui punti riflessi:
occhi, orecchio, spalla, collo – passeggiata del dito, passeggiata del pollice – vertebre cervicali – passeggiata del pollice – rene – passeggiata del pollice, rotazione su un punto –
Massaggiare anche tutti i punti intorno alle dita, soprattutto:
ipofisi – pressione con trazione – tiroide – passeggiata del dito, passeggiata del pollice –

Cefalea
Essendo il rilassamento il primo beneficio della reflessologia, ogni seduta ha già delle ripercussioni benefiche su questo disturbo. Per intervenire più nello specifico, operare sul punto riflesso:
colonna lombare – rotazione su un punto, passeggiata del pollice –

Mal di gola
Per combattere il mal di gola, massaggiare il punto riflesso:
gola – passeggiata del dito, passeggiata del pollice –

Mal di schiena
Per alleviare un fastidioso mal di schiena intervenire sui punti riflessi:
plesso solare – passeggiata del pollice – diaframma, colonna vertebrale – passeggiata del pollice, rotazione su un punto – spalla, collo, nervo sciatico – passeggiata del dito, passeggiata del pollice – anca – rotazione su un punto -

Sindrome premestruale
In questo caso il massaggio zonale permette di mantenere l’equilibrio ormonale, rilassare e sciogliere la tensione. Occorre lavorare sui punti riflessi:
diaframma, surrenali – passeggiata del pollice, rotazione su un punto – ipofisi – pressione con trazione – tiroide – passeggiata del dito, passeggiata del pollice –

Vene varicose
Per questo tipo di problema si massaggiano i punti riflessi:
surrenali, colonna vertebrale – passeggiata del pollice, rotazione su un punto – fegato (ma anche i riflessi di tutto l’apparato digerente), cuore – passeggiata del pollice – nervo sciatico – passeggiata del dito, passeggiata del pollice -

Condividi questo articolo