Ecolife, i consigli per il consumatore sostenibile per il risparmio energetico elettrico

Spegnere gli stand by, acquistare elettrodomestici di classe energetica A++, usare lampade fluorescenti. Tante piccole azioni che possono concretamente diminuire i nostri consumi elettrici casalinghi e di conseguenza abbattere le nostre emissioni di anidride carbonica e far diminuire la bolletta. Ne ha parlato ieri Legambiente in studio a Radio Latte e Miele nell’ambito della striscia #EcolifeIlconsumatoresostenibile nell’ambito del progetto europeo Ecolife che rientra nel programma di co-finanziamento LIFE+ Informazione e Comunicazione dell’Unione Europea .
 
Nel 2011 l’Unione Europea, in uno studio sui consumi energetici domestici, ha stimato che l’11% del consumo elettrico domestico vada sprecato con gli stand by lasciati accesi. Nella nostra vita siamo sempre più dipendenti dagli elettrodomestici: decoder tv, macchinette elettriche per il caffè, lettori dvd, videogiochi, computer e stampanti, casse acustiche, carica batterie, spazzolini elettrici… tutti energivori e spesso senza spie luminose che ci avvisano del consumo.
La famiglia italiana media spende 650 euro all’anno per la corrente elettrica: gli stand by possono costarci anche 100 euro all’anno. Oltre al lato economico, pensa anche a quello ambientale: consumare corrente produce ovviamente un innalzamento delle emissioni di CO2. Spegni perciò gli apparecchi inutilizzati e stacca la spina, oppure usa prese multiple con interruttori: spegnendo quelle, non consumerai più corrente elettrica inutilmente.
 
Costano, in media, 10 volte di più, durano da 8 a 10 volte di più e consumano molto molto meno. Si tratta delle “nuove” lampadine, visto che dal primo settembre, per volere dell’Unione Europea, non possono più essere prodotte le vecchie lampadine elettriche a incandescenza.
Da qui sino al 2016 le lampadine ad incandescenza e anche quell
e alogene ad alto consumo dovranno scomparire del tutto, dai negozi e, in teoria, dalle case. Per alcune incandescenti il divieto di venderle è dilazionato sino al 2012 ma in ogni caso le sole lampadine da usare sono quelle fluorescenti a risparmio energetico e le alogene ad alta efficienza, già pronte sugli scaffali dei negozi da diverso tempo e quelle a Led (ancora sperimentali).
Quello sulla bolletta domestica è intorno ai 20 euro l’anno, mentre i risparmi “collettivi” europei in termini di minori emissioni di CO2 dovrebbero aggirarsi intorno ai 10 miliardi euro con un taglio della CO2 di ben 38 milioni di tonnellate non più immesse nell’atmosfera. Il passaggio alle sorgenti luminose ad alto risparmio energetico presenta però qualche piccolo inconveniente da conoscere ed eventualmente da rimediare.
 
Infine vale la pena acquistare elettrodomestici eco: se tutti in Europa sostituissero gli elettrodomestici vecchi con modelli nuovi si potrebbero ridurre le emissioni di CO2 di circa 20 milioni di tonnellate. In pratica, le emissioni di circa 6 milioni di auto l’anno.
 
Per ascoltare la trasmissione del 14/06/2016 clicca qui per scaricare il podcast.
 
Segui la campagna su Facebook e Twitter con l’hashatg #EcolifeIlconsumatoresostenibile

Condividi questo articolo