Olio di palma, Parlamento Ue: domani voto su sistema certificazione Ue

 

Rafforzare la tutela dell’ambiente, impedire il disboscamento, trovare un sistema unico di certificazione per l’Unione europea: sono gli obiettivi di una relazione che il Parlamento europeo si appresta a votare domani sull’olio di palma. Un olio vegetale economico, poco utilizzato fino a trent’anni fa e oggi diventato ingrediente di un’amplissima varietà di prodotti alimentari, ma anche di cosmetici e biocarburanti. Una vasta campagna d’opinione sta portando alla sua progressiva eliminazione da tanti cibi confezionati – biscotti, snack, creme spalmabili e quant’altro. Il Parlamento europeo vuole chiedere di eliminare l’olio di palma dal biodiesel e dalla produzione di biocarburanti. E di stabilire un sistema unico di certificazione per l’olio di palma importato nell’UE.

olio di palma deforestazioneCredo che il lavoro avviato dal Parlamento Ue dovrebbe essere molto ambizioso. Si dovrebbe arrivare a impedire che nei biocarburanti ci siano tracce di olio di palma”, dice relatrice Kateřina Konečná. Oggi il Parlamento europeo discuterà la relazione, che verrà poi votata domani, per la graduale eliminazione entro il 2020 dell’olio di palma dai biodiesel e per un sistema unico di certificazione per i prodotti UE che lo contengono. I deputati vogliono invitare l’Unione europea a rafforzare le misure ambientali per prevenire la deforestazione causata dall’olio di palma – la sostituzione delle foreste con piantagioni di palma provoca disboscamento, erosione del suolo, mette a rischio l’habitat naturale di specie animali quali i rinoceronti e le tigri di Sumatra. I prodotti dovrebbero poi poter certificare l’origine dell’olio di palma. “L’Unione europea è a oggi il secondo consumatore al mondo di olio di palma e il primo attore a impegnarsi attivamente nella sua regolamentazione” spiega la deputata Katerina Konečná.

Nel testo la relatrice chiederà alla Commissione Ue di rafforzare le tutele ambientali nei processi di produzione dell’olio di palma e di impedire i processi di disboscamento legati alla sua produzione. Un punto centrale della risoluzione parlamentare è anche fare in modo che la Commissione Ue escluda l’olio di palma dalla lista dei componenti utili per produrre biocarburanti. Allo stesso tempo il Parlamento auspica che si proceda verso l’adozione di una certificazione dei prodotti alimentari a base di olio di palma, in modo da offrire maggiori garanzie ai consumatori.

Condividi questo articolo